Codice Unlocked – Londra sotto attacco di Apted con Orlando Bloom doppiato da Manfredi e Brodie da Marzi

Codice Unlocked - Londra sotto attacco

Codice Unlocked – Londra sotto attacco è un film del 2017 diretto da Michael Apted.

Codice Unlocked - Londra sotto attacco Il cast di Codice Unlocked – Londra sotto attacco è formato da: Noomi Rapace, Orlando Bloom, Michael Douglas, John Malkovich (Bob Hunter), Toni Collette, Matthew Marsh,

Brian Caspe, Philip Brodie, Tosin Cole, Michael Epp, Aymen Hamdouchi, Makram J. Khoury e Akshay Kumar.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di  Orlando Bloom che nel film è Jack Alcott.

Davide Marzi è la voce italiana di Philip Brodie che nel film è John Wilson.

Alice Racine, agente della CIA esperta nella conduzione di interrogatori,

riesce ad ottenere da un giovane prigioniero membro di una cellula terroristica delle informazioni vitali su un prossimo attacco contro un obiettivo americano a Londra.

La donna riferisce i risultati dell’interrogatorio a Frank Sutter, uno dei responsabili dell’operazione, ma di lì a poco scopre di essere stata raggirata, perché Sutter non è affatto chi lei pensa.

Alice si rende conto di aver fornito involontariamente all’uomo informazioni utili alla realizzazione dell’attentato ed entra in azione per fermarlo.

Michael Apted non è nuovo alle spy story, infatti il regista ha diretto il diciannovesimo film della saga di 007 “Il mondo non basta”.

Apted è un appassionato di gialli come dimostra la pellicola che onora la grande regina del mistero ne “Il segreto di Agatha Christie”.

Da non dimenticare le altre pellicole dirette da Apted: il pluripremiato  “La ragazza di Nashville” e il biografico “Amazing Grace”.

La sceneggiatura di Codice Unlocked, nel 2008, è stata inserita nella Blacklist degli script più interessanti non ancora portati sul grande schermo.

Noomi Rapace, durante le riprese di Codice Unlocked, si è rotta il naso a causa di una gomitata, anche se non si rese subito conto della “serietà” della cosa e preferì andare avanti con le riprese.

In seguito, è stata portata in ospedale per ricevere le cure adeguate.

Inizialmente, il film doveva essere diretto da Mikael Hafstrom che ha poi preferito dedicarsi ad altri progetti.