“Prima o poi mi sposo” il film diretto da Adam Shankman con Bridgette Wilson doppiata da Stella Musy e Justin Chambers da Christian Iansante

Prima o poi mi sposo è il film con la regia di Adam Shankman e la sceneggiatura  di Pamela Falk e Michael Ellis.

Nel cast di Prima o poi mi sposo  ci sono:

prima o poi mi sposoJennifer Lopez, Matthew McConaughey, Bridgette Wilson-Sampras, Justin Chambers,

Judy Greer, Kathy Najimy, Francis Bay, Philip Pavel, Natalie Jaroszyk, Kevin Pollak, Alex Rocco, Fred Willard, Lou Myers, Joanna Gleason, Charles Kimbrough

La produzione è a cura di: Columbia Pictures Dee Gee Entertainment, IMF Internationale Medien und Film GmbH & Co. Produktions KG, Intermedia Films, Prufrock Pictures, Tapestry Films.

La distribuzione in italiano  è di Eagle Pictures

Stella Musy è la voce italiana di Bridgette Wilson che nel film è Francine “Fran” Donolly.

Christian Iansante è la voce italiana di Justin Chambers che nel film è  Massimo.

Prima o poi mi sposo va in onda martedì 25 giugno alle 21.20 sul canale 9.

Mary Fiore è una stimata wedding planner di origini italoamericane, così dedita al suo lavoro da non avere tempo e interesse per qualsiasi tipo di vita sociale.

Single da tempo, va spesso a trovare suo padre Salvatore  che, preoccupato per lei, le organizza un incontro con un suo vecchio amico di infanzia: Massimo.

L’uomo è molto affascinato e comincia a corteggiarla dimostrandole fin da subito di volerla in moglie, ma i suoi modi alquanto maldestri ed esuberanti la mettono a dir poco in imbarazzo in più di un’occasione.

Un giorno però, Mary incontra per caso Steve, un giovane e attraente medico che la salva da un cassonetto che sta per andarle addosso.

Nonostante tra i due ci sia sin da subito un evidente feeling, entrambi decidono di salutarsi e andare per la propria strada.

Quello che non sanno, però, è che sono destinati a rincontrarsi.

Mary, infatti, scoprirà ben presto che il matrimonio che sta organizzando è quello che vedrà sposarsi la sua cliente Fran insieme al bel dottore di cui si è appena innamorata…

Jennifer Lopez e Matthew McConaughey, anche recentemente, hanno parlato dell’affiatamento sul set che, ovviamente ha contribuito al successo di pubblico della pellicola.

In particolare l’attore ha dichiarato:

Non ho mai visto qualcuno in grado di coreografare qualcosa in maniera così pulita e chiara e centrare in pieno una scena.

Se dovevamo girare una scena di due minuti, in quattro ciak era pronta e nei tempi previsti.

Per non parlare del fatto che è una lavoratrice instancabile e sa cosa vuole fare e come fare per ottenerlo.

Lo apprezzavo davvero.”

Jennifer Lopez, per prepararsi al ruolo di una wedding planner, ha passato del tempo con un organizzatore di matrimoni professionista.

A Los Angeles, in California, hanno girato molte delle location del film, inclusi il famoso Griffith Park e l’ambasciata giapponese.

Una delle scene più memorabili del film, quella della statua di bronzo, è stata girata utilizzando una vera statua coperta da un velo di plastica per creare l’effetto che la statua venisse danneggiata.

pirateria 2023

Pirateria in Italia nel 2023: presentata l’indagine condotta dalla società Ipsos per conto di FAPAV -Federazione per la Tutela delle Industrie dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali

La nuova indagine sulla pirateria audiovisiva in Italia, condotta dalla società Ipsos per conto di FAPAV -Federazione per la Tutela delle Industrie dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali evidenzia un calo nella  pirateria audiovisiva nel 2023.

pirateria 2023Calano, infatti,  lievemente sia la platea dei pirati

sia il numero totale degli atti illeciti ma il danno economico potenziale per le industrie dei contenuti e per il Sistema Paese rimane grave.

Federico Bagnoli Rossi, Presidente di FAPAV dichiara:

La ricerca presentata  evidenzia come il fenomeno della pirateria nel nostro Paese sia in continua evoluzione, registrando un leggero calo degli atti e dell’incidenza.

 Questo però non ci deve indurre all’errore: il comportamento illecito continua ad essere un problema concreto che colpisce le industrie audiovisive 

ma ha conseguenze gravi anche per l’intera economia italiana con una forte ripercussione sull’occupazione.

La pirateria, infatti, sta rallentando il processo di sviluppo ed espansione dei nuovi modelli di business lanciati dall’industria audiovisiva negli ultimi anni e

sta danneggiando anche tutto lo sport, non solo il calcio,

in un momento in cui il movimento sportivo italiano sta raggiungendo risultati d’eccellenza in moltissime discipline.

Non si tratta di un problema solo economico o industriale ma assume sempre di più una connotazione sociale

dove il singolo pirata entra a far parte di un sistema criminale, il cui unico obiettivo è il business.

Per questo motivo come FAPAV, siamo da sempre impegnati nel promuovere campagne e progetti di comunicazione finalizzati

ad informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore della legalità. 

I dati emersi:

Il 39% degli adulti italiani, secondo i dati Ipsos, ha commesso nel 2023 almeno un atto di pirateria fruendo illecitamente di film, serie/fiction, programmi o sport live:

3 punti percentuali in meno rispetto all’anno precedente.

In totale si stimano circa 319 milioni di atti di pirateria contro i 345 milioni del 2022.

Tra le diverse tipologie è la pirateria digitale la principale modalità di fruizione dei  contenuti piratati (37%) ma, rispetto al 2022, è l’unica che scende leggermente (era 40% nel 2021 e 39% nel 2022).

Pirateria indiretta e pirateria fisica restano stabili rispettivamente al 12% e al 9%.

Le IPTV illecite rappresentano una delle forme preferite da circa 11,8 milioni di italiani per accedere almeno una volta ai contenuti pirata,

seguono lo streaming con il 18% e il download con il 15%.

Identikit del pirata:

I pirati di contenuti audiovisivi sono più concentrati tra gli under 35, sono prevalentemente occupati,

possiedono un livello di istruzione più alto rispetto alla popolazione italiana (22% di laureati),

sono geograficamente più concentrati nel sud del paese e nelle isole e vi è leggera prevalenza degli uomini rispetto alle donne.

Tra gli adolescenti cala l’incidenza della pirateria

(45% contro il 47% del 2022 e il 51% del 2021) e diminuiscono anche gli atti complessivi di pirateria (20,7 milioni) segnando un -14% rispetto al 2022.

Tra i contenuti resistono i film (34%) scende invece tra i più giovani l’interesse a piratare contenuti legati allo sport live e alle serie tv e fiction.

La stima del danno economico potenziale per le industrie dei contenuti audiovisivi ammonta a circa 767 milioni di euro (+14% rispetto al 2021, anno dell’ultima rilevazione complessiva).

L’impatto sul fenomeno della nuova legge antipirateria:

tra le possibili forme di deterrenza e contrasto quelle che si pensa possano essere più efficaci sono legate all’oscuramento del sito con contenuti non autorizzati dai titolari dei diritti,

che in molti casi induce il pirata ad abbandonare la fruizione illegale a favore di alternative legali a pagamento (45%), alla sanzione amministrativa e alla denuncia penale.

Rispetto alla nuova legge antipirateria, entrata in vigore nell’agosto del 2023, c’è ancora una conoscenza approssimativa dei contenuti e degli effetti,

tuttavia al crescere della consapevolezza cresce la responsabilità individuale.

Infatti, il 37% dei pirati ha dichiarato che, a seguito dell’entrata in vigore della nuova normativa, non scaricherà o fruirà più di contenuti audiovisivi in forma illecita.

 

 

 

 

inside out 2

“Inside Out 2” il film diretto da Kelsey Mann con Stella Musy che presta la voce all’emozione della Gioia

Inside Out 2 è il film d’animazione diretto da Kelsey Mann.

Si tratta del  sequel di Inside Out del 2015 prodotto dai Pixar Animation Studios, in co-produzione con Walt Disney Pictures, e distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures.

inside out 2Nel cast di Inside Out  2 ci sono:

Kensington Tallman, Amy Poehler, Lewis Black, Phyllis Smith, Tony Hale, Liza Lapira, Maya Hawke, Ayo Edebiri,

Adèle Exarchopoulos, Paul Walter Hauser, Lilimar, Diane Lane, Kyle MacLachlan, June Squibb.

Stella Musy è la voce italiana di Amy Poehler che nel film presta la voce a Gioia.

Inside Out 2, racconta una nuova avventura in quella che è la testa dell’ormai adolescente Riley che sta per iniziare il liceo e che è alle prese con una serie di nuove Emozioni.

Gioia, Tristezza, Rabbia, Paura e Disgusto che a detta di tutti gestiscono da tempo un’attività di successo,

non sanno come comportarsi quando arriva Ansia, destinata a stravolgere tutto nel quartier generale e non solo.

Una carica di energia frenetica, Ansia si assicura con entusiasmo che Riley sia preparata per ogni possibile insuccesso.

E sembra che non sia sola.

A lei si aggiungono, infatti, Invidia che sarà anche piccola ma sa bene cosa vuole.

È perennemente gelosa di tutto ciò che hanno gli altri e non ha paura di disperarsi per questo.

Ennui, annoiata e apatica è solita alzare gli occhi al cielo e aggiunge la perfetta dose di indifferenza adolescenziale alla personalità di Riley,

quando ne ha voglia. E infine Imbarazzo, a cui piace stare in disparte, il che non è facile per questo tipo robusto dalla carnagione rosa acceso.

Sul film il regista Kelsey Mann dice:

Alla fine del primo film, vedevi tutti questi bellissimi turbinii di memoria, in cui trovi Gioia e Tristezza nello stesso ricordo, o Rabbia e Disgusto.

 Volevo iniziare questo film con tutti loro in sintonia e con la sensazione che siano una grande squadra.

 Fino a quando non arriva la pubertà.

Inizialmente avevo tre idee per la testa.

Volevo vedere quella cosa [il pulsante della Pubertà] attivarsi.

Ho esplorato altre idee, ma continuavo a tornare lì.

Alla fine l’ho semplicemente proposta così a Pete.

È una miniera d’oro per tutto ciò che amiamo alla Pixar, perché ha cuore.

C’è emozione. C’è umorismo. La pubertà è divertente, ma è anche un momento difficile della nostra vita.

Voglio dire qualcosa di significativo su noi stessi come esseri umani, ma raccontato in modo fantasioso”.

holy spider

“Holy Spider” il film diretto da Ali Abbasi con Andrea Lavagnino che doppia il protagonista Mehdi Bajestani

 “Holy Spider” è il film diretto da Ali Abbasi da una sceneggiatura di Afshin Kamran Bahrami e Jonas Wagner

Nel cast di  “Holy Spider”  ci sono: Mehdi Bajestani, Zahra Amir Ebrahimi, Arash Ashtiani, Forouzan Jamshidnejad e Alice Rahimi.

holy spiderAndrea Lavagnino è la voce italiana di Mehdi Bajestani che nel film è Saeed Hanaei.

Zar Amir Ebrahimi, protagonista di Holy Spider al Festival di Cannes 2022, ha vinto la Palma d’Oro come miglior attrice.

 “Holy Spider” è  basato sulla storia vera del serial killer iraniano Saeed Hanaei, noto come “Spider Killer”, che ha ucciso 16 prostitute in Iran tra il 2000 e il 2001.

Iran, 2001. Raihimi una giornalista di base a Teheran, si sposta nella città santa di Mashhad per indagare su un serial killer

che uccide le prostitute convinto di liberare le strade dai peccatori per conto di Dio.

Nonostante il numero delle vittime continui ad aumentare, le autorità locali non sembrano aver fretta di risolvere il caso e

Raihimi si rende presto conto che potrà contare solo sulle proprie forze.

Il regista Ali Abbasi  spiega il senso profondo del suo film:

“Holy Spider” è un film sull’ascesa e sulla caduta di uno dei più noti serial killer dell’Iran: Saeed Hanaei.

In senso più ampio, il film è una critica alla società iraniana perché il killer è un uomo molto religioso e un cittadino molto rispettato.

Vivevo ancora in Iran all’inizio degli anni 2000, nei giorni in cui Saeed Hanaei uccideva le prostitute di strada nella città santa di Mashhad.

Era riuscito ad uccidere 16 donne prima di essere arrestato e processato e la storia catturò davvero la mia attenzione durante il suo processo.

In un mondo normale non ci sarebbero dubbi che un uomo che ha ucciso 16 persone venga visto come colpevole.

 Ma qui in Iran era diverso: una parte del pubblico e dei media conservatori iniziò a celebrare Hanaei come un eroe.

Sostenevano l’idea che Hanaei avesse semplicemente voluto adempiere al suo dovere di persona religiosa ripulendo le strade della città con l’uccisione di queste donne impure.

Fu allora che mi venne l’idea di realizzare questo film.

 La mia intenzione non era quella di girare un film su un serial killer ma su una società killer seriale.

Volevo parlare della misoginia profondamente radicata nella società iraniana, una misoginia che non è specificamente religiosa o politica ma culturale.

La misoginia ovunque nel mondo si tramanda attraverso le abitudini delle persone. In Iran abbiamo una tradizione di odio verso le donne.

Nella storia di Saeed Hanaei quest’odio è manifestato apertamente e la sua posizione così esplicita scatena reazioni opposte esemplificative della gamma di opinioni della società iraniana:

quelle a suo favore e quelle contro di lui.

Holy Spider non vuole fare dichiarazioni politiche contro il governo iraniano. Non incarna l’ennesima critica alle società corrotte del Medio Oriente.

La disumanizzazione di gruppi di persone, specialmente la disumanizzazione delle donne, non è qualcosa che succede solo in Iran ma si può ritrovare con diverse variazioni in ogni angolo del mondo.

Ho immaginato il film come una storia specifica con personaggi specifici, non un film “a tema” su determinati problemi sociali.

 Non mi interessava fare l’ennesimo film sui diversi modi in cui un uomo può assassinare e mutilare una donna,

volevo sottolineare la complessità del problema e mostrare le situazioni vissute da entrambe le parti, soprattutto per restituire umanità alle vittime.

eileen

Eileen è il film diretto da William Oldroyd con Thomasin McKenzie, Anne Hathaway, Shea Whigham

Eileen è il film diretto da William Oldroyd l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del 2015 di Ottessa Moshfegh, co-autrice della sceneggiatura con Luke Goebel.

eileenI produttori del film sono: Anthony Bregman, Stefanie Azpiazu, Peter Cron, Luke Goebel, Ottessa Moshfegh, William Oldroyd

Le case di produzione di Eileen sono: Fifth Season, Film4, Likely Story, Omniscient Films.

Nel cast ci sono: Thomasin McKenzie, Anne Hathaway, Shea Whigham, Owen Teague, Marin Ireland,

Jefferson White, Sam Nivola, Siobhan Fallon Hogan, Tonye Patano, William Hill, Peter McRobbie, Peter Von Berg, Alexander Jameson

Andrea Lavagnino è la voce italiana di Shea Whigham che nel film è Jim Dunlop.

Nella gelida Boston degli anni ’60, Eileen si divide tra la casa squallida di suo padre e la prigione dove lavora insieme ai colleghi che l’hanno ostracizzata.

Quando una donna con problemi di alcolismo si unisce al personale della prigione, Eileen viene rapita.

Proprio quando la possibilità di un’amicizia salvifica prende piede e forma un singolare barlume nell’oscurità di Eileen, la sua nuova confidente la coinvolge in un crimine scioccante che cambia tutto.

La protagonista di Eileen, Thomasin McKenzie, sul suo personaggio dice:

“È una giovane privata di qualsiasi connessione umana e di un amore realmente sano,

 quindi proprio per questo che lascia la possibilità a Rebecca di esercitare un tale potere su di lei

“Ho dovuto scavare nelle sfaccettature di Eileen senza lasciare che influenzasse le mie.

 Dovevo cercare di proteggermi.

Stavo anche studiando psicologia all’università nel periodo delle riprese, perciò la ricerca sul carattere del personaggio e le interviste a chi lavora nelle prigioni mi hanno intrigata molto”.

Il regista William Oldroyd spiega la genesi di Eileen:

Non pensavo che sarebbe stato il mio prossimo film, sicuramente non quando ho letto il romanzo di Ottessa.

Però mentre leggevo la scena di Eileen, Rebecca e la signora Polk ho pensato: sarebbe bello vederla in diretta.

Non capita spesso che tra la pagina scritta e le immagini proposte su schermo ci sia un così evidente equilibrio”.

Inoltre Oldroyd sulla presenza nel cast di Anne Hathaway dice:

Come regista speri negli incidenti fortunati che cambino il corso degli eventi. Avere Anne Hathaway nel ruolo di Rebecca è stato uno di questi”.

“È come se una stella del cinema entrasse in un mondo in cui non c’entra niente.

Un’aliena da cui la protagonista è attratta.

Avere Anne non poteva che aiutare ad alimentare un simile atteggiamento.

Tanto che la prima scena che ha girato con Thomasin è stata quanto mai realistica”.

IL SIMPATIZZANTE

Il simpatizzante la serie creata e diretta da Park Chan-wook che vede Robert Downey Jr. sdoppiarsi in quattro doppiato da Angelo Maggi

Il simpatizzante è una miniserie televisiva creata da Park Chan-wook e Don McKellar e diretta da Park Chan-wook con Fernando Meirelles, Marc Munden targata HBO e Sky Exclusive

Si tratta di una storia di spionaggio ambientata alla fine della guerra del Vietnam, un ironico thriller

tratto dall’omonimo libro vincitore del premio Pulitzer scritto da Viet Thanh Nguyen in onda in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW.

il simpatizzanteNel cast di Il simpatizzante ci sono:

Sandra Oh, Robert Downey Jr., Hoa Xuande, Fred Nguyen, Khan Toan Le ,

Phanxine, Vy Le, Ky Duyen, Kieu Chinh, Duy Nguyen e Alan Trong.

Produttori esecutivi di Il simpatizzante sono:

Park Chan-wook, Don McKellar, Robert Downey Jr., Susan Downey, Amanda Burrell, Niv Fichman,

Kim Ly, Ron Schmidt, Viet Thanh Nguyen, Jisun Beck, John Sloss, Ravi Nandan, Hallie Sekoff

Le case di produzione sono: A24, Rhombus Media, Team Downey, Moho Film, Cinetic Media.

Il simpatizzante racconta la storia del Capitano un uomo del Vietnam del Nord infiltrato nell’esercito del Vietnam del Sud,

costretto a fuggire negli Stati Uniti d’America con il suo Generale verso la fine della Guerra del Vietnam.

Mentre vive in una comunità di rifugiati del Vietnam del Sud,

il Capitano continua a spiare segretamente la gente che ha intorno e a fare rapporto ai Viet Cong, lottando tra la sua lealtà al Vietnam del Nord e la sua nuova vita a Los Angeles.

Angelo Maggi è la voce italiana di Robert Downey Jr. che nella serie è Claude / Niko / Prof. Hammer / Ned Godwin

Curioso il fatto che Robert Downey Jr. interpreti i ruoli di quattro americani che il protagonista incontra durante il suo viaggio da Saigon e poi a Los Angeles:

un agente della Cia, un professore universitario di studi orientali, un parlamentare conservatore e un regista cinematografico.

Su questa scelta in interviste recenti ha parlato Don McKellar  produttore esecutivo della serie:

 “Stavamo parlando del libro e di come ci fossero queste figure maschili americane di mentori anziani, inaffidabili e di per sé un po’ falsi.

Rappresentano tutti angoli diversi dell’establishment americano, l’intelligence, il mondo accademico, la politica e lo spettacolo, ma hanno tutti uno scopo comune.

Facevano tutti parte dello stesso club, e stavamo discutendo di come rendere quest’idea e mostrare la loro interdipendenza senza doverla spiegare troppo.

Park Chan-wook ha proposto l’idea di affidare a un solo attore il ruolo di tutti i personaggi, come Peter Sellers in Il Dottor Stranamore o in Lolita e la cosa ci è piaciuta subito.

Ha stabilito il tono e ha permesso di far emergere la satira funzionando anche dal punto di vista psicologico per quanto riguardi Il Capitano”.

 

furiosa a mad max saga

Furiosa: A Mad Max Saga di george Miller con Taylor-Joy, Hemsworth con le voci di Lavagnino ed Angrisano

Furiosa: A Mad Max Saga è un film del 2024 diretto da George Miller.

Quinto capitolo del franchise di Mad Max, è il prequel/spin-off di Mad Max: Fury Road

La sceneggiatura è di George Miller e Nico Lathouris, mentre i produttori sono Doug Mitchell e George Miller

Le case di produzione sono: Village Roadshow Pictures Kennedy Miller Mitchell.

Il film è da Warner Bros. Pictures.

Nel cast ci sono: Anya Taylor-Joy, Chris Hemsworth, Alyla Browne, Lachy Hulme , Nathan Jones , Tom Burke

Andrea Lavagnino è la voce italiana di Lachy Hulme che nel film è Immortan Joe.

Alberto Angrisano è la voce italiana di Nathan Jones che nel film è Rictus Erectus.

In Furiosa: A Mad Max Saga Furiosa, strappata da piccola dal Luogo Verde delle Molte Madri, deve mettere insieme i mezzi per trovare la strada di casa sopravvivendo ai pericoli del deserto.

Prigioniera dell’orda di motociclisti guidata dal Signore della Guerra Dementus – villain interpretato da Chris Hemsworth – finirà nel mezzo dello scontro di quest’ultimo col giovane Immortan Joe.

L’Odissea per tornare a casa, diventerà per la protagonista anche il cammino che le permetterà di trovare sé stessa.

Sul suo personaggio e sulla preparazione al film la Taylor-Joy ha dichiarato:

«La sceneggiatura mi aveva letteralmente affascinata, anche se avevo capito subito che la pressione sarebbe stata enorme.

Per garantire la sopravvivenza al mio personaggio ho praticato ogni forma di arti marziali con l’aiuto di istruttori e specialisti, ma la cosa più ardua è stata la guida dei veicoli, specialmente la Blindcisterna.

Gli inseguimenti a tutto gas sono la parte più complessa da girare.

Ero molto protetta, supportata costantemente dal team, ma spesso mi sono sentita in pericolo, sul filo del rasoio.

 Con il senno di poi penso che sia stato un bene perché quella tensione costante mi ha permesso di dare il massimo».

 

Chris Hemsworth sul suo personaggio dice:

Ho immaginato che dovesse avere comunque un certo carisma.

 Penso che per riuscire  a fare tutti i proseliti che fa deve avere un senso dell’umorismo tutto suo, per questo le persone amano stargli vicino.

Lui promette di portare via le loro sofferenze, di prendersi cura di loro, di avere le risposte e dare una speranza a chi l’ha perduta completamente”.

 

 

 

 

il giorno sbagliato

Il giorno sbagliato il film di Carl Ellsworth con Russel Crowe e Caren Pistorius doppiata da Benedetta Degli Innocenti

 “Il giorno sbagliato” è il film di Derrick Borte

La sceneggiatura è di Carl Ellsworth mentre i produttori sono: Lisa Ellzey, Mark Gill, Andrew Gunn.

I produttori esecutivi sono: Guy Botham, Crystal Bourbeau, Mary C. Russell, Christopher Milburn, Gareth West, Peter Touche, Anders Erdén

il giorno sbagliatoLe casa di produzione sono: Burek Films, Solstice Studios,

Nel cast di  “Il giorno sbagliato”  ci sono:

Russell Crowe, Caren Pistorius, Gabriel Bateman, Jimmi Simpson e Austin P. McKenzie.

Benedetta Degli Innocenti è la voce italiana di Caren Pistorius che nel film è Rachel Hunter.

“Il giorno sbagliato” va in onda martedì 28 alle 21.20 su Rai 2.

Il film ha un budget di 33 milioni di dollari,

Le riprese sono dell’estate 2019 in Louisiana, tra Kenner e New Orleans.

Rachel è in ritardo al lavoro quando si trova a discutere al semaforo con uno sconosciuto che si trova in una delicata fase della sua esistenza in cui si sente impotente e invisibile.

Così Rachel diventerà, insieme a tutti quelli che ama, il bersaglio di un uomo che decide di lasciare un ultimo segno nel mondo impartendole una serie di lezioni…mortali.

Ne scaturirà un pericoloso gioco al gatto e al topo che dimostrerà che non si può mai sapere quanto si è vicini a qualcuno che sta sul punto di esplodere.

 

Sul film dice lo sceneggiatore Carl Ellsworth

“Il Giorno Sbagliato focalizza una particolare giornata, con un incontro casuale, che ognuno di noi potrebbe avere in qualsiasi momento”,

ho provato a scrivere la cosa più intensa che avessi mai scritto, con un ritmo e un’urgenza incalzanti, che si svolgesse in tempo reale, senza mai rallentare fino alla fine.”

 

E’ interessante sapere la reazione e la conseguente risposta quando Russell Crowe ha letto la prima volta  la sceneggiatura di “Il Giorno Sbagliato”:

 “Assolutamente no.

Non faccio questo film, mi spaventa a morte, questo personaggio è troppo oscuro… ma appena mi è uscito di bocca, mi sono immediatamente detto, da quando ho smesso di farlo?

 Perché questo invece è quello che cerco… le sfide.

Derrick Borte sulla sceneggiatura e sul film ha dichiarato:

“Era una di quelle sceneggiature che non puoi smettere di leggere fino a quando non arrivi alla fine.

 “Inoltre per quanto la trama si concentri sull’aspetto della rabbia scatenata dal traffico, la storia è un’esplorazione, facilmente riconoscibile,

 dei meccanismi che regolano la nostra società e delle tendenze più oscure che si nascondono sotto la superficie degli esseri umani.

Abbiamo tutti avuto quelli che potremmo definire dei “brutti giorni”, e questa storia porta questi impulsi allo scoperto, estremizzandoli.”

red

Red con Willis, Mirren , Malkovich, Freeman, Urban doppiati da Maggi e Manfredi in onda su Italia 1

Red è il film del 2010 diretto da Robert Schwentke, basato sull’omonimo fumetto scritto da Warren Ellis e disegnato da Cully Hamner, pubblicato da DC Comics.

 

Il cast di Red è formato da: Bruce Willis, Mary-Louise Parker, Karl Urban, Helen Mirren, John Malkovich e Morgan Freeman.

redIl film va in onda giovedì 16 maggio su Italia 1 alle 21.20.

Angelo Maggi è la voce italiana di Bruce Willis che nel film è Frank Moses.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di Karl Urban che nel film è William Cooper.

Frank Moses è un ex agente della CIA ritirato che ora vive una vita tranquilla e solitaria.

La sua routine viene interrotta solamente dal rapporto telefonico con una donna,

Sarah, impiegata presso l’ufficio pensioni e contattata pretestuosamente da Frank ogni giorno e nasce un’amicizia tra i due.

I segreti di stato in possesso di Frank lo hanno trasformato da strumento di morte a bersaglio dell’Intelligence, infatti una notte un commando cerca di ucciderlo nella sua casa.

Frank sopravvive all’imboscata ma capisce di essere in pericolo così come Sarah

Moses raggiunge la donna e la porta con sé contro la sua volontà.

Franck recluta il vecchio Joe, il folle Marvin, il russo Ivan, lady Victoria e insieme scopriranno che il loro nemico non è altro che il vicepresidente degli Stati Uniti,

il quale invia contro Moses la sua squadra, gli agenti della CIA,

in quanto vuole uccidere tutti i testimoni di un massacro avvenuto in Guatemala, al quale egli ha partecipato.

Red è  basato sull’omonimo fumetto scritto da Warren Ellis e disegnato da Cully Hamner, pubblicato da DC Comics.

Nel giugno del 2008 la Summit Entertainment ha annunciato l’intenzione di adattare per il grande schermo Red, miniserie ideata da Warren Ellis.

Red ha la sceneggiatura dei fratelli Erich e Jon Hoeber, già autori dello script di Whiteout – Incubo bianco.

Il progetto è prodotto da Lorenzo di Bonaventura.

Nell’aprile del 2009 Bruce Willis era in trattativa per il ruolo del protagonista, mentre ad agosto il regista ha comunicato il suo ingaggio per dirigere la pellicola.

Nei mesi successivi si sono aggiunte al cast le attrici Helen Mirren e Mary-Louise Parker.

Per unirsi al cast era in trattativa anche l’attore John C. Reilly, che avrebbe dovuto interpretare un ex agente della CIA paranoico, ma la trattativa non è andata a buon fine.

Dopo che la Summit Entertainment ha stabilito l’uscita nelle sale del film per l’ottobre 2010,

si sono uniti James Remar, Karl Urban e John Malkovich, quest’ultimo nel ruolo inizialmente previsto per Reilly.

Le riprese del film sono iniziate il 18 gennaio 2010 a Toronto, Canada, fuori e dentro l’area metropolitana per un periodo di nove settimane.

A marzo la produzione si è spostata a New Orleans per le ultime due settimane di riprese, che sono iniziate il 31 marzo nel quartiere francese della città.

 

Il titolo del film non è altro che l’acronimo R.E.D., che nell’edizione originale ha il significato di Retired Extremely Dangerous,

mentre nell’edizione italiana è diventato Reduce Estremamente Distruttivo – anche se ‘retired’ in realtà significa ‘pensionato’.

Nella pellicola c’è un chiaro omaggio al regista Quentin Tarantino:

nella scena in cui Victoria si presenta al ricevimento del vicepresidente, usa lo pseudonimo di signora Brown e in sottofondo si sente la colonna sonora del film Jackie Brown.

Helen Mirren ha accettato la scrittura principalmente perché voleva lavorare con Bruce Willis.

Julian McMahon ha accettato la parte senza nemmeno leggere il copione.

John C. Reilly, prima scelta per il ruolo di Marvin Boggs, ha rifiutato la parte, spalancando così le porte a John Malkovich.

Il film incassa solo negli Stati Uniti 90 milioni di euro,

mentre nel resto del mondo ha superato i 108 milioni di euro, per un successo al botteghino che ha consentito a Red di sfiorare i 200 milioni di dollari.

Il film nel 2013 ha avuto anche un sequel dal titolo Red 2 e diretto da Dean Parisot che ripropone sostanzialmente lo stesso cast.

marry me

Marry me – Sposami di Kat Coiro con Jennifer Lopez e Owen Wilson doppiato da Massimiliano Manfredi

Marry Me – Sposami è la commedia romantica di Kat Coiro con Jennifer Lopez e Owen Wilson.

marry meNel cast di Marry Me – Sposami con la Lopez e Wilson ci sono anche:

Utkarsh Ambudkar, John Bradley, Chloe Coleman, Jimmy Fallon, Brady Noon, Michelle Buteau,

Kyndra Sanchez, Keith Ewell, Jacqueline Honulik, Daymien Valentino Daymien, Brittany Styles,

Katrina Cunningham, Stephen Wallem, Alex D. Jennings e Taliyah Whitaker.

La sceneggiatura è di John Rogers e Tami Sagher e Harper Dill ed è basata sulla serie a fumetti e graphic novel Keenspot di Bobby Crosby e Remy “Eisu” Mokhtar.

Marry Me – Sposami è trasmessa da Fox e della serie targata Netflix “Amiche per la morte – Dead to Me”).

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di Owen Wilson che nel film è il protagonista Charlie Gilbert.

Il film va in onda sabato 25 maggio alle 21.20.

Kat Valdez (Lopez) fa parte della power couple più sexy al mondo assieme alla nuova stella della musica Bastian (interpretato da Maluma, al suo debutto cinematografico).

Mentre la hit eseguita da Kat e Bastian, intitolata Marry Me – Sposami, sale inesorabile in vetta alle classifiche, i due stanno per unirsi in matrimonio dinnanzi ad una folla di fan,

in una cerimonia che verrà trasmessa contemporaneamente su più piattaforme.

Il divorziato Charlie Gilbert (Owen Wilson) viene trascinato al concerto dei due cantanti da sua figlia Lou  e dalla sua migliore amica.

Quando Kat, a pochi secondi dall’inizio della cerimonia, scopre che Bastian l’ha tradita con la sua assistente, la sua vita prende una piega imprevista e dal palco fissa lo sguardo su uno sconosciuto – un viso tra la folla.

“Questo film lo sento molto mio. Capisco perfettamente questo tipo di vita. E’ stato come togliere il velo al mondo delle celebrità”. racconta Jennifer Lopez

“Abbiamo talmente tanto in comune con Kat che posso capirla meglio di chiunque altra persona al mondo.

E’ nel settore da molto tempo, ha avuto alti e bassi nella vita privata. “

“Jennifer è una performer e produttrice navigata. Ha messo tutto in questo film, il suo occhio, il suo orecchio e il suo cuore”. racconta la produttrice Elaine Goldsmith-Thomas.

“E’ un’attrice incredibile che vive la stessa vita della protagonista portando il film a un livello di autenticità tale che poteva rendere il film un successo o un fallimento” dice la regista Kat Coiro.

“Jennifer è stata fondamentale per sviluppare la trama.

Ogni volta che ci chiedevamo, cosa farebbe Kat Valdez? Com’è stare sul palco dopo un concerto a ringraziare il pubblico? Com’è la vita di Kat Valdez? Ogni volta Jennifer aveva le risposte. “ 

Il film è prodotto da Elaine Goldsmith-Thomas, Jennifer Lopez, Benny Medina e John Rogers.

I produttori esecutivi della pellicola sono Alex Brown, Willie Mercer, Pamela Thur e J.B. Roberts.