tuo, Simon

Tuo, Simon è il film di Greg Berlanti con Andrea Lavagnino che doppia Josh Duhamel in onda questa sera su Rai 2

Tuo, Simon è il film diretto da Greg Berlanti, scritto da Isaac Aptaker e Elizabeth Berger e prodotto da Wyck Godfrey e Marty Bowen.

tuo, SimonTuo, Simon è l’adattamento cinematografico del romanzo Non so chi sei, ma io sono qui di Becky Albertalli,

e va in onda questa sera in prima visione su Rai 2.

Nel cast ci sono: Nick Robinson, Josh Duhamel, Jennifer Garner,

Katherine Langford, Talitha Bateman, Alexandra Shipp, Jorge Lendeborg Jr., Miles Heizer,

Keiynan Lonsdale, Natasha Rothwell, Logan Miller, Tony Hale, Darcy Rose Byrnes, Joshua Mikel.

Andrea Lavagnino è la voce italiana di  Josh Duhamel che nel film è Jack Spier.

In Tuo, Simon Simon Spier sta vivendo i duri anni del liceo e, soprattutto, non ha ancora rivelato ai suoi familiari e amici di essere gay,

sopportando ogni giorno il peso di un segreto che deve custodire finché non riuscirà a dichiararlo.

Decide di esporsi solo nel mondo virtuale, iniziando a flirtare online con un compagno di classe di cui non conosce l’identità e che si nasconde sotto lo pseudonimo di “Blue”.

Qualche scambio di mail si trasforma così in un vero e proprio innamoramento, dolce e passionale.

Un imprevisto, però, potrebbe sconvolgere l’esistenza di Simon: una mail destinata alla sua cotta finisce accidentalmente nelle mani sbagliate e il suo segreto rischia di diventare di pubblico dominio…

 

Il regista Greg Berlanti ha rivelato in un’intervista che c’erano clip del “gruppo di amici” (Simon, Leah, Abby e Nick) girate all’insaputa degli attori e che sono nel montaggio finale di Tuo, Simon.

Tuo, Simon è il secondo progetto in cui il regista Greg Berlanti e Josh Duhamel, che in questo film interpreta il padre di Simon, hanno lavorato insieme

Tuo, Simon dopo Making love,  è il secondo film in cui 20th Century Fox mette in primo piano un gay con i suoi problemi di orientamento sessuale.

Nel film c’era un cameo di Colton Haynes  poi cancellato; era un uomo che si avvicinava a  Simon in un bar gay,

credendo che fosse un suo conoscente , che alla fine chiedeva  a Simon di ballare.

Nell’ home video del film si può recuperare questa scena .

Il cantante Shawn Mendes è stato invitato ad un provino per il ruolo di Simon.

nella serie  Tredici (2017), serie Netflix Originale, Katherine Langford e Miles Heizer recitano insieme quindi si tratta di un ritorno della coppia di attori.

Così come nella serie tv  The Flash il regista Greg Berlanti ha già lavorato con Keiynan Lonsdale n

Il college in cui Simon sogna di fare coming out è la “Liberal University”.

 

one-piece-film-red

One Piece Film: Red di Gorô Taniguchi nelle sale italiane con la voce di Lorenzo Scattorin

One Piece Film: Red è il film di Gorô Taniguchi

che arriva nelle sale italiane dopo lo strepitoso successo raggiunto in tutto il mondo.

one piece redLorenzo Scattorin è la voce italiana di Sanji.

Il film  è basato sul manga dei record One Piece, creato nel 1997 da Eiichiro Oda e poi diventato un fenomeno in tutto il mondo.

Si tratta, grazie alle oltre 500 milioni di copie vendute,  del manga più venduto di sempre: è nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un solo autore con la maggior tiratura.

Il manga è poi diventato un anime: la serie viene trasmessa dal 1999, va in onda in 80 Paesi e conta oltre mille episodi.

Eiichiro Oda è coinvolto in maniera diretta nel lungometraggio è infatti il produttore generale della pellicola.

La sceneggiatura è firmata da  Tsutomu Kuroiwa, il character design è Masayuki Sato che è anche direttore dell’animazione.

One Piece Film: Red è il quindicesimo lungometraggio animato ambientato nel mondo di ONE PIECE, e vede tra le sue figure centrali

uno dei personaggi più amati dell’opera di Eiichiro Oda, Shanks il Rosso.

Il film vede la ciurma di Cappello di Paglia insieme ai pirati più famigerati dei Sette Mari riunirsi per una nuova avventura: raggiungere una misteriosa isola,

dove si esibirà la cantante Uta, la più nota al mondo.

È la prima volta che canta apparendo in pubblico, infatti nessuno l’ha mai vista.
Si scoprirà finalmente chi si cela dietro quella voce angelica, ma la sua identità lascerà tutti sbalorditi

“Uta, la cantante più amata del mondo, la cui voce è stata definita ‘ultraterrena’,

è famosa anche perché nasconde la sua vera identità ed un altro segreto: Uta è la figlia di Shanks!

Per la prima volta in assoluto, lei ha deciso di svelare il suo volto al mondo durante un concerto dal vivo!

L’arena del concerto, che si tiene sull’isola di Elegia, si riempie di tutti i suoi fan, compresi famigerati pirati, esponenti della Marina e i Pirati di Cappello di Paglia guidati da Luffy,

tutti decisi a godersi questa performance canora attesissima.

Il concerto inizia ed il pubblico scopre che l’eccezionale potere della voce di Uta nasconde un pericolo che potrebbe cambiare il mondo.

Toccherà quindi a Luffy e a Shanks mettersi in azione.

Tra tanti colpi di scena, la battaglia per la libertà sta per avere inizio…”.

Numeri record in Giappone, dove ha incassato oltre 18 miliardi e mezzo di yen (circa 125 milioni di euro): è il film della saga con il maggior incasso di sempre,

il titolo di maggior successo nel 2022,

la sesta pellicola anime e la nona in generale con l’incasso più alto di tutti i tempi.

 

Anche in Francia ha debuttato cn numeri incredibili e si attende di capire come andrà in Italia ma le premesse sono ottime.

the foreigner

The Foreigner è il film con Jackie Chan doppiato da Angelo Maggi in onda sul 20

The Foreigner è il film diretto da Martin Campbell in onda venerdì 2 dicembre  alle ore 21.04  su 20.

Il film è un adattamento del romanzo di Stephen Leather dal titolo “The Cinaman“.

the foreignerNel cast di The Foreigner  ci sono: Pierce Brosnan, Jackie Chan, Rory Fleck-Byrne, Ray Fearon, Charlie Murphy, Orla Brady.

La sceneggiatura di The Foreigner è di David Marconi.

I produttori del film sono: Jackie Chan, Wayne Marc Godfrey, Arthur Sarkissian, Qi Jian Hong,

Claire Kupchak, Jamie Marshall, Cathy Schulman.

I produttore esecutivi di The Foreigner sono: Joe Tam, Sunny Sun, David Marconi, Philip Button,

Wang Zhongjun, Wang Zhonglei, Felice Bee, Donald Tang, Robert Simonds, Adam Fogelson, Oren Aviv.

Angelo Maggi è la voce italiana di Jackie Chan che nel film è il protagonista  Quan Minh.

Minh Quan, ristoratore cinese di mezz’età che vive e lavora da anni a Londra, è testimone diretto di un attentato dinamitardo nel quale perde la vita la sua amata figlia.

L’attacco viene rivendicato da una neonata cellula dell’IRA e Quan – un passato nelle forze speciali del suo Paese – è intenzionato a scoprire gli esecutori per fargliela pagare cara.

Mentre le autorità brancolano nel buio, Quan cerca di ottenere informazioni dirette dal primo ministro irlandese, in passato anch’esso affiliato all’IRA.

Nel febbraio 2016, la polizia di Londra ha ricevuto due testimonianze a causa di un meglio non identificato “possibile atto terroristico” avvistato da alcuni testimoni oculari nei pressi di Lambeth Bridge.

In realtà era un’esplosione controllata fatta per il film che, però, non era stata segnalata al pubblico.

Il budget del film è stato di 35 milioni di dollari.

Le riprese del film sono iniziate a Londra nel gennaio 2016.

Jackie Chan ha cantato la canzone dei titoli di coda A common man.

La regia di questo film era stata offerta a Nick Cassavetes.

Il regista, Martin Campbell, ha scelto di girare tutto il film in digitale. In carriera non lo aveva mai fatto prima.

Il film è uscito nei cinema nel 2017 incassando circa 145,4 milioni di dollari in tutto il mondo.

In Italia il film è arrivato direttamente in home video e in digitale e non è mai uscito al cinema.

The Foreigner è  disponibile in streaming su TimVision e Netflix.

Inoltre si può acquistare e/o noleggiare su Prime Video Store, Chili, Rakuten Tv, Apple e Google Play/You Tube.

cars

Cars è il film co-scritto e diretto da John Lasseter con Massimiliano Manfredi che doppia Owen Wilson

Cars – Motori ruggenti è il film co-scritto e diretto da John Lasseter.

Il film è prodotto dai Pixar Animation Studios, in co-produzione con Walt Disney Pictures e distribuito dalla Buena Vista International.

carsCars è il settimo lungometraggio – nonché il più lungo – della casa cinematografica Pixar.

La pellicola è dedicata a Joe Ranft, co-autore e co-regista, morto  per un incidente stradale  a 45 anni.

Il film ha due sequel: Cars 2 e Cars 3 oltre che una serie di cortometraggi dedicati.

Nel cast ci sono: Owen Wilson, Bonnie Hunt, Paul Newman, Larry the Cable Guy, Tony Shalhoub, Cheech Marin.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di Owen Wilson che nel film è Saetta McQueen.

L’astro nascente delle corse Saetta McQueen, un fiammante bolide con il successo come obiettivo, si trova costretto ad un’inaspettata deviazione

nel corso del lungo viaggio per partecipare alla gara più importante della sua carriera.

Bloccato nella sonnacchiosa cittadina di Radiator Springs, lungo il vecchio tracciato della Route 66, incontra Sally, Car Attrezzi, Dottor Hudson e tutta una serie di bizzarri personaggi

che lo aiuteranno a capire che nella vita non contano solo i trofei e la fama.

“Cars” si chiamava in realtà in origine  “Little Yellow Car”

Saetta McQueen è un nome dato in memoria di uno degli animatori della Pixar, Glenn McQueen, scomparso mentre realizzava “Alla Ricerca di Nemo”.

“Lightyear” è la marca di pneumatici utilizzata nel film; si tratta allo stesso tempo di  un un omaggio alla Goodyear e

a Buzz Lightyear, l’astronauta protagonista di Toy Story  primo film targato Pixar

Il personaggio di King è ispirato a Richard Petty, leggenda della NASCAR, che nella versione americana doppia…praticamente se stesso.

Il numero di Chick Hicks, l’86, non è casuale: è nel 1986 che è stata infatti fondata la Pixar;

Toy Story torna nel film perché lo sponsor Dinoco, altro non è se non la marca di carburanti venduta nella stazione di servizio che appare nel film.

Emeryville è il luogo in cui la Pixar ha la sede: ci sono riferimenti a questa località continui nel film

Harv, l’agente di Saetta McQueen, nella versione inglese della pellicola è doppiato da Jeremy Clarkson;

Giancarlo Fisichella, Jarno Trulli e Emanuele Pirro doppiano rispettivamente Boost, DJ e Wingo, le auto che fanno addormentare Mack durante il viaggio di trasferimento in California.

 

L’intera cittadina di Radiator Spring trae ispirazione da quella – realmente esistente – di Seligman, piccolo centro abitato sito in Arizona e sorto attorno alla Route 66.

Nel paese, tra gli immancabili Motel e le innumerevoli insegne al neon, è possibile vedere diversi riferimenti alla pellicola della Pixar;

La Ferrari F430 che nei minuti conclusivi del film entra nel negozio di gomme di Luigi e Guido, infine, è doppiata in tutte le versioni del film da Michael Schumacher;

king fu panda

Kung-Fu Panda diretto da Osborne e Stevenson con Angelo Maggi che doppia Jackie Chan va in onda sabato 26 su Italia 1

Kung-Fu Panda è un film d’animazione diretto da Mark Osborne e John Stevenson, prodotto dalla DreamWorks Animation, presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2008.

Kung-Fu Panda è riconosciuto come uno dei migliori film d’animazione della storia

infatti ha ricevuto una nomination all’Oscar come miglior film d’animazione del 2009.

Il film è il primo della serie cinematografica Kung Fu Panda.

I doppiatori originali sono Jack Black nei panni di Po, Dustin Hoffman in quelli di Shifu, Angelina Jolie nei panni di Tigre, Jackie Chan in quelli di Scimmia e Lucy Liu in quelli di Vipera.

Angelo Maggi è la voce italiana di Jackie Chan che nel film è la Scimmia.

Kung-fu Panda va in onda sabato 26 novembre in prima serata dalle 21.15 su Italia 1.

Il film è disponibile anche in streaming on demand su Mediaset Infinity, in contemporanea con la diretta televisiva.

Po è un giovane panda goffo e pasticcione.

Suo padre, un volatile, gestisce un piccolo ristorante la cui specialità sono i noodles cucinati secondo una ricetta segreta.

Po fa il cameriere, ma intanto sogna di poter essere un eroe del kung fu.

Finché un giorno, in seguito a una predizione che lo vedrebbe come l’eletto guerriero Dragone,

è associato alla scuola del Maestro Shifu dove incontra i suoi idoli che sono i Furious Five: Tigress, Crane, Mantis, Viper e Monkey

i quali non sono particolarmente felici di vederlo nelle vicinanze.

Ping,nome del papà adottivo di Po, è tratto dal romanzo del 1933 La storia di Ping.

 

Huquan (tigre), Shequan (serpente), Hequan (gru), Tanglangquan (mantide religiosa) e Houquan (scimmia)  rappresentano cinque  stili imitativi del Kung Fu,

dove gli atleti imitano principalmente proprio le movenze degli animali.

Tanti i riferimenti presenti in Kung-Fu Panda a grandi film di successo sulle arti marziali come “La tigre e il dragone”(2000), “Hero”(2002), “La Foresta dei Pugnali Volanti”(2004) ma soprattutto, “Kung Fusion”(2004), commedia diretta da Stephen Chow.

Jonathan Aibel e Glenn Berger, sceneggiatori del film, hanno inserito una divertente citazione al film “Grosso guaio a Chinatown”, di John Carpenter,

quando la Vipera chiede a Po, prima di combattere, “Sei pronto?”, e questi risponde “Sono nato pronto!”.

 

La colonna sonora è  curata da Hans Zimmer, come per la maggior parte dei capolavori della DreamWorks.

Nel 2011 va in onda  una serie tv, in 26 episodi, con i personaggi del film.

Il titolo originale è “Kung Fu Panda Legends of Awesomeness”, e in Italia è in onda col titolo “Kung Fu Panda – Mitiche avventure”, dal 28 novembre dello stesso anno su Nickelodeon.

II film ha ricevuto una nomination ai Golden Globe e agli Oscar 2009 come Miglior film d’animazione

Kung Fu Panda ha ottenuto un enorme  successo al botteghino mondiale: 631.744.560 milioni di dollari. Inoltre è il film più visto in Italia nel 2008 ed anche la critica lo ha particolarmente apprezzato.

cappuccetto rosso sangue

Cappuccetto rosso sangue con la voce di Angelo Maggi sul canale 20

Cappuccetto rosso sangue, film diretto da Catherine Hardwicke.

Il film è in programmazione venerdì 25 novembre sul 20 Mediaset alle 21.20.

cappuccetto rosso sangueIl cast di Cappuccetto rosso sangue è nutrito ed è composto da: Amanda Seyfried, Shiloh Fernandez, Julie Christie, Max Irons,

Michael Shanks, Adrian Holmes, Lukas Haas, Gary Oldman.

Angelo Maggi è la voce italiana di Billy Burke che nel film è Cesaire.

La sceneggiatura di Cappuccetto rosso sangue è firmata da David Leslie Johnson;

Leonardo Di Caprio con Jennifer Davisson Killoran e Julie Yorn sono i produttori

mentre Jim Rowe, Michael Ireland, Catherine Hardwicke sono i produttori esecutivi.

Valerie e Peter vivono il loro amore ostacolato in un oscuro paesino, immerso nella foresta, dove ogni notte di luna piena un lupo mannaro si aggira per le strade in cerca di sangue.

Per avere una tregua, i popolani hanno deciso di offrirgli un sacrificio animale al mese.

Il lupo mannaro uccide la sorella di Valerie, venendo meno al patto e così, in preda alla paura, gli abitanti si rivolgono a padre Salomon,

il quale rivela che la bestia è in realtà un licantropo che potrebbe nascondersi in ciascuno di loro…

 

Qualche curiosità:

Il film si ispira liberamente alla celebre fiaba di Cappuccetto Rosso.

Valerie e Peter dopo aver ucciso Cesaire gli tagliano la pancia, la riempiono con delle pietre e la ricuciono.

Questo è esattamente quello che succede nella fiaba originale.

Dopo i titoli di coda si può sentire un ringhio, quindi appare il lupo che attacca di fronte.

L’audizione finale per scegliere i due attori comprimari, con pause intervallate tra un provino e l’altro, durò all’incirca 21 ore, e  «fu selvaggia» come la definì in seguito la regista.

Per il ruolo del lupo mannaro antagonista si era parlato di Vincent Cassel, dopo che la Seyfried in un’intervista per MTV dichiarò che l’attore indicato per la parte faceva di iniziali V e C.

Le riprese sono iniziate a  Vancouver il 21 luglio e sono durate due mesi circa, fino al 16 settembre

 

the northman

The Northman di Eggers con le voci di Maggi e Lavagnino in onda su Sky il 23 novembre

The Northman è il film di Robert Eggers anche autore della sceneggiatura con Sjón

I produttori di   The Northman  sono Arnon Milchan, Lars Knudsen, Mark Huffam mentre i produttori esecutivi sono: Thomas Benski, Sam Hanson, Yariv Milchan, Michael Schaefer.

La Casa di produzione del film è Regency Enterprises e la distribuzione in italiano è a cura di Universal Pictures.

the northmanNel cast di The Northman ci sono: Alexander Skarsgård, Nicole Kidman, Claes Bang, Anya Taylor-Joy, Ethan Hawke, Björk, Willem Dafoe e Phil Martin.

La pellicola va in onda mercoledì 23 novembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno, in streaming su NOW e disponibile on demand.

Angelo Maggi è la voce italiana di Claes Bang che nel film è Fjölnir.

Andrea Lavagnino è la voce italiana di Phil Martin che nel film è Hallgrimr

The Northman  è ambientato all’inizio del X secolo e racconta la storia di una vendetta, quella cercata dal giovane Amleth.

Il ragazzo è il figlio del re Horwendil, ma alla morte del padre non ha mai preso il suo posto.

Quando era ancora un bambino, Amleth si trovava nel bosco con suo padre, ma a un tratto diversi dardi feriscono il genitore, che gli intima di nascondersi.

È così che il ragazzo assiste all’uccisione paterna per mano di suo zio, Fjölnir.

Amleth riesce a scappare e mettersi in mare per fuggire via, ma farà ritorno da adulto nella sua terra natia per vendicare Horwendil e salvare anche sua madre, la regina Gudrún.

Nel viaggio per raggiungere le fredde coste che non tocca da anni, Amleth incontra Olga, una giovane a cui il ragazzo rivela il vero motivo per cui è lì: la vendetta e la riconquista del regno.

È così che troverà in lei una valida compagna in questa lotta, in cui l’obiettivo è solo uno: uccidere Fjölnir.

Le riprese dovevano iniziare nel marzo 2020, ma sono state interrotte a causa della pandemia di COVID-19.[

Hanno preso il via  nell’agosto  2021 a Torr Head, nella contea di Antrim, e a Ballygally, nei pressi di Larne in Irlanda del Nord.

A settembre la troupe ha girato a Capo Malin, nella pittoresca penisola di Inishowen nella contea di Donegal, in Irlanda

La produzione del film è costata tra i 70 e i 90 milioni di dollari, somma superiore al budget iniziale di 65 milioni di dollari.

Ci sono state molte difficoltà sul set come dice il regista Eggers:

Ogni aspetto della realizzazione di questo film è stato difficile.

I miei due film precedenti erano più piccoli, le difficoltà, aumentano, ovviamente in una produzione come questa che è molto più grande.

Fortunatamente un giusto planning lo ha reso fattibile. Anche il clima e le location sono due fattori importanti che possono complicare le cose.

Ci è voluta una cura nella ricerca storica notevole continua così il regista

«Ho fatto più ricerca possibile.

E ho avuto il privilegio di aver potuto lavorare con i più grandi archeologhi, storici, persone della comunità archeologa sperimentale e consulenti.

Volevo poter essere in grado di vedere il mondo materiale con tutte le possibili similitudini e articolare la mente dei vichinghi sullo schermo senza giudizio ».

Sull’uso della lingua il regista dichiara:

«Avrei voluto che il film fosse tutto nell’antica lingua norrena ma per motivi economici lo abbiamo dovuto realizzare in inglese.

Abbiamo lasciato la lingua originale nelle parti relative ai rituali mentre gli schiavi parlano un proto-ucraino.

Io e Sjón abbiamo cercato di utilizzare un’inglese che suonasse come una buona traduzione del linguaggio del tempo».

Jumanji-Benvenuti-nella-giungla

Andrea Lavagnino doppia Bobby Cannavale in “Jumanji Benvenuti nella giungla” in onda questa sera su Rai 4

Jumanji – Benvenuti nella giungla è il  film diretto da Jake Kasdan

Del cast di fanno parte Dwayne Johnson, Jack Black, Kevin Hart, Karen Gillan, Bobby Cannavale.

Si tratta del sequel di Jumanji del 1995 con Robin Williams.

La pellicola, già disponibile su diverse piattaforme Rakuten TV, Chili Cinema,

Google Play, Infinity, Apple iTunes, Netflix, Tim Vision e Amazon Prime Video, va in onda questa sera alle 21.20 su Rai4.

Andrea Lavagnino è la voce italiana di Bobby Cannavale che nel film è  Russell Van Pelt.

I giovani liceali Bethany, Fridge, Martha e Spencer sono in punizione.

Nella cantina della scuola trovano una console di vecchia generazione.

I ragazzi riescono a metterla a nuovo e cominciano a giocare.

Incredibilmente  risucchiati nel gioco si accorgono di essere stati tramutati negli avatar (adulti).

Iniziano così a muoversi all’interno di una giungla e, con dei connotati radicalmente cambiati, capiscono fin dal principio che la sopravvivenza

è l’obiettivo principale di questa avventura, nonché unico possibile modo per tornare alla loro realtà.

La stessa avventura che anni prima Alan Parrish aveva vissuto.

In Jumanji – Benvenuti nella giungla   Dwayne Johnson compie una delle sue mosse più celebri da wrestler ossia la The Rock Bottom.

Inizialmente nel cast al posto di Nick Jonas doveva esserci Tom Holland ma le riprese di Spiderman lo hanno allontanato dal progetto.

Il primo film di Jumanji ha come protagonista che in questa seconda pellicola, in qualche modo, torna:

nella capanna in cui Alex ha vissuto quando è rimasto intrappolato nel gioco si vede il messaggio «Alan Parrish è stato qui» sulla parete.

Jumanji – Benvenuti nella giungla  ha incassato 962 milioni di dollari nel mondo, di cui 404 milioni nel Nord America,

diventando il più grande incasso al botteghino statunitense della Sony Pictures superato solo anni dopo.

 

La Gillan ha dovuto allenarsi per poter eseguire le complesse coreografie di combattimento previste dal copione.

 

 

hopper e il tempio perduto

Hopper e il tempio perduto il film d’animazione di Stassen e di Mousquet con la voce di Angelo Maggi

Hopper e il tempio perduto è il film d’animazione diretto da Ben Stassen e Benjamin Mousquet ispirato all’omonima serie di libri per bambini scritta da Chris Grine.

Il lungometraggio Hopper e il tempio perduto  si avvale della sceneggiatura di  David Collard  con la produzione di Octopolis e anche Wave Pictures.

Il film Hopper e il tempio perduto racconta la storia di un simpatico e particolare principe, ovvero il giovane Hopper, nato per metà pollo e per metà lepre.

Il suo obiettivo è davvero molto delicato perché è volto a dimostrare a suo padre, Re Peter, di essere all’altezza del compito.

In particolare, il protagonista è chiamato a rintracciare il misterioso criceto del tenebre, ma viene ostacolato, durante il suo lungo e travagliato percorso, da Lapin, fratello del padre.

In tutto questo, però, Hopper non sarà mai solo in questo straordinario viaggio:

si porta, infatti, sempre con sé, i suoi due migliori amici che gli saranno molto utili durante l’avventura latartaruga Abe e la puzzola Meg, compagni inseparabili e fedeli.

In Hopper e il tempio perduto   Angelo Maggi presta la voce a Lapin perfido e crudele antagonista della storia

Sul film dice il regista Ben Stassen:

Abbiamo acquistato i diritti della sceneggiatura da Sony Pictures e abbiamo realizzato il film partendo dalla graphic novel da cui nasce, ossia Chickenhare and the Hamster of Darkness.

Molti degli omaggi e dei rimandi che si riscontrano all’interno del titolo erano quindi già preesistenti nel momento in cui ci siamo approcciati allo script.

È ovvio poi che in quanto registi anche noi ne abbiamo inseriti di altri, tenendo sempre a mente l’importanza di star realizzando un family movie.

Ciò che davvero mi piace di questo racconto è che abbiamo un protagonista che vive con qualcosa che lo rende diverso dagli altri.

 All’inizio vuole nascondere queste diversità, ma nel corso della storia è portato a doverle tirare fuori fin quando deve addirittura utilizzarle.

Ciò che c’è di veramente interessante è il triangolo formato dai personaggi principali: abbiamo Hopper che è metà lepre e metà pollo, poi abbiamo la tartaruga Abe e la puzzola Meg.

E fin dall’inizio Abe si comporta normalmente nei confronti di Hopper, non sottolinea le sue diversità, né le giudica o le critica. Le prende anzi solamente come un dato di fatto.

Qualche volta, è vero, lo consola, ma per la tartaruga fanno parte della sua natura.

Mentre è Meg colei che invita il protagonista ad utilizzare le sue diversità per diventare più forte.

Sono entrambe ottime maniere di guardare al personaggio di Hopper, a cui Abe ad un certo punto dice che è praticamente l’unico del suo genere,

quindi rischia anche l’estinzione, sottolineando con questa frase la sua unicità.

 

Benjamin Mousquet aggiunge sulla pellicola:

 Ogni pellicola è di per sé unica. La caratteristica di Hopper e il tempio perduto è proprio come il titolo va a trattare il concetto della diversità che viene riportato in maniera alquanto autentica.

E peculiare è anche come vivono i personaggi questo argomento e come si approcciano l’uno con l’altro al riguardo. Anche per ciò che concerne temi caldi e attuali come la tolleranza.

 Nel film poi c’è un senso di nostalgia che si unisce a quei riferimenti di cui Ben parlava prima e

che si legano ad un intero immaginario incentrato sul cinema d’avventura.

Per questo è un’opera che può attrarre davvero più generazioni.

dolittle

Dolittle è il film  diretto da Stephen Gagan con Robert Downey Jr. doppiato da Angelo Maggi

Dolittle è il film  diretto da Stephen Gagan ispirata al remake del classico Il favoloso dottor Dolittle interpretato da Rex Harrison nel 1967.

dolittleNel cast di Dolittle ci sono: Robert Downey Jr., Antonio Banderas, Michael Sheen, Jessie Buckley, Kasia Smutniak, Octavia Spencer, Harry Collett.

Angelo Maggi è la voce italiana di  Robert Downey Jr. che nel film è il protagonista il dottor John Dolittle.

Dopo aver perso la moglie sette anni prima, l’eccentrico dottor John Dolittle famoso medico e veterinario nell’Inghilterra della Regina Vittoria,

si ritrova dietro le alte mura di Villa Dolittle con solo il suo serraglio di animali esotici per compagnia.

Ma quando la giovane regina si ammala gravemente, un riluttante Dolittle è costretto a salpare per un’epica avventura in un’isola mitica in cerca di una cura,

riguadagnando la sua intelligenza e il coraggio mentre ritrova vecchi avversari e scopre creature meravigliose.

Il dottore viene affiancato nella sua ricerca da un giovane apprendista autodidatta e da un’incredibile cricca di amici animali,

tra cui un ansioso gorilla, un’anatra entusiasta ma svampita, un litigioso e cinico duo di struzzi , un orso polare ottimista  e un pappagallo testardo , che funge da consigliere e confidente più fidato di Dolittle.

 

Robert Downey Jr. ha basato il suo personaggio sul dottor William Price, un eccentrico gallese. Il dottor Price è ora una figura storica venerata in Galles – c’è persino una sua statua nella sua città natale di Llantrisant.

“The Voyage of Doctor Dolittle” era il titol originale poi abbreviato nell’agosto 2019.

Robert Downey Jr. si confronta con un personaggio diverso da Iron Man cosa che non accadeva dai tempi di The Judge (2014).

Robert Downey Jr. utilizza un accento gallese che definisce  “passabile” per il suo personaggio.

una cosa carina riguarda Dolittle che si gira un cappello in testa nello stesso modo in cui Robert Downey Jr. fa in Sherlock Holmes..

La produzione principale è iniziata a metà febbraio 2018.

Le riprese delle scene live-action sono iniziate a Kirkby Lonsdale, in Cumbria, nel maggio 2018, con ulteriori riprese in location a South Forest, Windsor Great Park e sul Menai Suspension Bridge nel nord-ovest del Galles a giugno 2018.

Nicolas Cage ha rifiutato di interpretare il ruolo di Re Rassouli.

Stephen Gaghan ha scelto di dirigere questo film invece di The Division dall’omonimo videogioco.

Il Buckingham Palace utilizzato è il Blenheim Palace, costruito dal duca di Marlborough un antenato di Winston Churchill.

Il film  candidato a 6 Razzie Awards tra cui Peggior film, Peggior registe a Ppeggior attore aggiudicandosi una sola categoria: Peggior Prequel, Remake, Rip-off o Sequel.

Il film ha incassato 250 milioni di dollari in tutto il mondo ed è diventato il settimo film con il maggior incasso del 2020.

Nonostante ciò, il film è stato un fallimento commerciale, causando alla Universal una perdita tra i 50 e 100 milioni.