Categoria: Info

mirabile visione

Mirabile Visione: Inferno è un film di Matteo Gagliardi con Andrea Lavagnino torna nelle sale il 25 marzo

Mirabile Visione: Inferno è un film di Matteo Gagliardi.

Il cast include Benedetta Buccellato, Luigi Diberti, Gianfranco Miranda, Luca Biagini, Andrea Lavagnino,

Benedetta Ponticelli, Maria Giulia Ciucci, Valeria Vidali, Luca Biagini, Nino Prester, Gerolamo Alchieri, Roberto Bognanni.

Il film torna nelle sale il 25 marzo per il Dantedì, giornata dedicata all’insuperabile poeta.

mirabile visioneSe Dante tornasse ora, cosa potrebbe dire del nostro mondo? Mirabile Visione: Inferno è il risultato di questo assunto:

una rilettura straordinariamente attuale e visionaria della Commedia di Dante Alighieri.

Partendo dalle illustrazioni ottocentesche del pittore parmense Francesco Scaramuzza, come Dante con Virgilio

veniamo accompagnati nella discesa agli inferi dagli attori Benedetta Buccellato (professoressa Argenti)

che fa scoprire ai suoi studenti un Dante più rivoluzionario e dalle parole di Luigi Diberti (Padre Guglielmo)

che esprimono il più autentico messaggio cristiano, per addentrarci nella grande opera di bellezza, risveglio e educazione che è la Divina Commedia.

In Mirabile Visione: Inferno vengono radiografati i mali del nostro tempo:

ogni cerchio dell’Inferno diventa la rappresentazione della società moderna, delle possibilità dell’uomo e dei suoi limiti, della crisi della società capitalista e di quella ambientale/climatica globale.

Mirabile Visione: Inferno è il primo capitolo di una trilogia, una per cantica, dedicata al Sommo Poeta e alla Divina Commedia.

La produzione è a cura di : Starway Multimedia (produzione esecutiva), Studio Gagliardi srl (produzione associata), Robin Studio srl (produzione associata), Federica Tonani (produzione associata), Marco Bennicelli (produzione associata)

Il progetto Mirabile Visione si fonda, nel suo aspetto iconografico, sulla riscoperta del pittore italiano Francesco Scaramuzza (Sissa 1803 – Parma 1886).

La sua opera più importante è l’illustrazione della Divina Commedia, una delle più aderenti al testo dantesco per la naturalezza delle immagini e l’abilità dell’artista.

Grazie a sofisticate tecniche di animazione, utilizzate da Robin Studio di Torino, nel primo capitolo, Inferno, 73 di queste illustrazioni prendono vita e colore

per descrivere e accompagnare lo spettatore durante il viaggio nel regno infernale.

Le opere ottocentesche, ricolorate e animate, descrivono il viaggio negli inferi sposandosi con le terzine dantesche e gli altri linguaggi del film.

 

Un lavoro di ricerca durato tre anni durante il quale, il regista Matteo Gagliardi,

ha selezionato materiale d’archivio che si integra ai numerosi linguaggi del film, un patrimonio audiovisivo accumulato negli ultimi 100 anni di Storia, individuando immagini iconiche del nostro tempo:

da personaggi storici a eventi del presente.

 

Matteo Gagliardi sul film dice:

La domanda ispiratrice di tutta l’opera, infatti, è stata: se Dante tornasse oggi, cosa direbbe del nostro mondo?

 Per rispondere, abbiamo attinto al patrimonio fotografico e audiovisivo universale individuando particolari frammenti per creare un ponte tra la poetica di Dante

(e la sua irripetibile epoca) e la modernità, almeno come la intendiamo oggi.

 Parliamo di fatti, eventi, volti, processi talmente iconici da essersi radicati nel nostro immaginario. Metterli assieme per comporre un grande mosaico.

È  questo lo scopo di Mirabile Visione. Ma su che piano? Laico o religioso? Di qui l’idea di (non) risolvere questo dualismo affidando la narrazione a due personaggi: una Professoressa di Liceo da una parte,

un prete cattolico dall’altra.

Aspetto secolare e aspetto cristiano che dialogano e si compenetrano. Un prete che non cita mai Dante, eppure sembra raccontare la Commedia.

Una Professoressa che non cita ma il Vangelo, eppure sembra, in qualche modo, volerci ‘salvare’.

Un percorso trasformativo e pedagogico, urgente, su due binari paralleli che convergono in un finale di Luce. Le tavole ottocentesche di Scaramuzza, da noi riscoperte, colorate e animate,

fungono da dorsale visiva del racconto (assieme ai luoghi di Dante e un uso consapevole dello stock-footage)

le terzine dantesche scelte sono come pietre miliari di un percorso poetico e multimediale che vuole realizzare un flusso ininterrotto di emozioni, suggestioni e riflessioni profonde sull’essere umano e sulla società moderna,

 in un periodo storico particolarmente sensibile alle tematiche care al Sommo Poeta.

Parliamo dei fenomeni, dei processi e della crisi della società capitalista, che crea disuguaglianze e accumulo smisurato per pochi.

Ecco la terribile lupa! La manipolazione mass mediatica, la rassegnazione che ci fa, passivamente, accettare l’inaccettabile.

Abbiamo paragonato l’Olocausto nazista all’Olocausto climatico: la spirale infernale del global warming sembra ricordarci

che il ‘peccato’ non è un atto che offende un Dio capriccioso né un precetto anacronistico che limita la nostra libertà, bensì un atto che finisce puntualmente per ritorcersi contro di noi, nel peggiore dei modi.

E non serve necessariamente la Fede (di ogni confessione) per capirlo.

Ma è solo nel nono cerchio, quello dei traditori di chi si fida, che la tesi di Mirabile Visione: Inferno si risolve pienamente:

nel tradimento dei padri, che a causa delle loro scelte miopi ed egoistiche sono costretti, già oggi, all’atroce consapevolezza dei propri figli e nipoti minacciati da un’estinzione di massa.

Padri che, per le loro smanie di potere, hanno divorato la vita dei propri figli, proprio come il Conte Ugolino.

Collocato, giustamente, appena prima di Lucifero, l’Angelo ribelle divenuto un insaziabile buco nero che vuole inghiottire tutto, persino la Luce, persino la Speranza.  “

the suicide squad

“The suicide Squad – Missione suicida” con Idris Elba doppiato da Alberto Angrisano

“The suicide Squad – Missione suicida” è il film sceneggiato e diretto da James Gunn.

La  pellicola Warner torna, dopo il successo del primo episodio,

a proporre una avventura in team dei più famosi supercriminali della Dc Comics.

the suicide squadIl film è interpretato da Margot Robbie, Idris Elba John Cena, Joel Kinnaman, Jai Courtney, Peter Capaldi, David Dastmalchian, Daniela Melchior, Michael Rooker Alice Braga,

Pete Davidson, Joaquín, Juan Diego Botto,  Storm Reid, Nathan Fillion, Steve Agee, Sean Gunn,

Mayling Ng, Flula Borg, Jennifer Holland  e Tinashe Kajese con Sylvester Stallone e Viola Davis.

Alberto Angrisano è la voce italiana di Idris Elba che nel film interpreta  Robert DuBois / Bloodsport.

Il film va in onda il 20 marzo  su Italia 1 alle 21.20

A Belle Reve, la prigione con il più alto tasso di mortalità degli Stati Uniti, sono rinchiusi i peggiori supercriminali, che faranno di tutto per uscirne, anche unirsi alla super segreta e oscura Task Force X.

Armati pesantemente avventurandosi in una giungla brulicante di avversari militanti e forze di guerriglia, la Squadra sarà coinvolta in una missione di ricerca e distruzione,

sotto la guida sul territorio del colonnello Rick Flag… e le direttive degli esperti tecnologici del governo di Amanda Waller nelle orecchie, che seguono ogni loro movimento.

E come sempre, ad ogni mossa falsa rischiano la morte (per mano dei loro avversari, di un compagno di squadra o della stessa Waller).

Gunn ha diretto il film da una sua sceneggiatura, basata sui personaggi della DC.

Il film è prodotto da Charles Roven e Peter Safran, mentre Zack Snyder, Deborah Snyder, Walter Hamada, Chantal Nong Vo, Nikolas Korda e Richard Suckle sono i produttori esecutivi.

Con Gunn ci sono:

il direttore della fotografia Henry Braham, la scenografa Beth Mickle i montatori Fred Raskin ye Christian Wagner (i film “Fast & Furious”),

e la costumista nominata all’Oscar Judianna Makovsky (“Guardiani della Galassia Vol. 2”, “Avengers: Endgame”, “Harry Potter e la pietra filosofale”).

Musiche di John Murphy (“Kick-Ass”).

 Il film è distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures.

Il regista James Gunn sulle diversità del personaggio di King Spark rispetto al fumetto:

Ho fatto dei test con il design a testa di martello, che adoro e che inizialmente pensavo di usare.

Ma il fatto che gli occhi ai lati fossero molto distanti tra loro rendeva incredibilmente scomode le riprese delle interazioni con le altre persone.

Non si riusciva a vedere lo sguardo dell’interlocutore e le inquadrature tendevano a essere troppo larghe“.

Si tratta del decimo film del DC Extended Universe.

John Ostrander, l’autore dei fumetti di Suicide Squad, nel film interpreta ilDr. Fitzgibbon

Il film ha vinto un premio ai Satellite Awards.

il lato positivo

“Il lato positivo” diretto da David O. Russell con Jennifer Lawrence e Bradley Cooper doppiato da Christian Iansante

Il lato positivo (Silver Linings Playbook) diretto da David O. Russell con Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Jacki Weaver, Chris Tucker, Anupam Kher .

Christian Iansante è la voce italiana di Bradley Cooper  che nel film è il protagonista Pat Solatano.

il lato positivoPat Solitano ha perso tutto: la moglie, la casa e il lavoro.

Dopo otto mesi passati in un centro per malati di disturbo bipolare torna a casa dei suoi genitori.

Vuole, nonostante tutto, ricostruire la propria vita e a riconquistare la moglie.

Pat incontra Tiffany, una misteriosa e problematica giovane donna, che in seguito alla morte del marito si è data alla promiscuità.

Tiffany si offre di aiutare Pat, l’unica persona che ha rifiutato di fare sesso con lei e le ha dimostrato amicizia, a riconquistare la moglie

(consegnandole una lettera in sua vece nonostante l’ordine restrittivo lo proibisca),

ma solo se lui in cambio le farà da partner ad una gara di ballo che per lei è di vitale importanza.

Pat deve anche ricucire un rapporto complicato col padre, scommettitore incallito col sogno d’aprire un ristorante, e col fratello Jake e superare i suoi gravi problemi psichiatrici.

Il lato positivo va in onda venerdì 8 marzo su Iris alle 21.20.

Il lato positivo ha conquistato ben otto candidature ai premi Oscar del 2013.

Jennifer Lawrence ha vinto l’Oscar come miglior attrice protagonista per Il lato positivo.

Del resto in questo film la Lawrence è perfetta.

Eppure molte altre attrici erano state prese in considerazione prima della Lawrence:   Rachel McAdams, candidata all’Oscar nel 2016 come migliore attrice non protagonista per Il caso Spotlight.

Rooney Mara, apprezzata in film come  Effetti CollateraliLei e The Social Network.

E, soprattutto, Kirsten Dunst, dai più conosciuta come Mary Jane Watson in Spider-man.

Per fortuna la scelta è caduta sulla Lawrence che ha anche confessato di essere negata per il ballo e che tutto quello chi sede nel fil è il frutto di un durissimo programma di allenamento; inoltre l’attrice ha detto che il più portato per il ballo era il suo partner Cooper.

.

dune

Dune il film Denis Villenueve con la voce di Francesco De Francesco

Dune è il film di Denis Villenueve, terzo film del regista canadese di genere sci-fi.

duneSi tratta del secondo adattamento cinematografico dell’opera di Herbert.

Il primo Dune, del 1984, era stato diretto da David Lynch e sebbene oggi venga considerato universalmente un cult, non ebbe un grande successo né commerciale né di critica.

Già dal rilascio del primo   trailer l’attenzione dei fan è salita alale stelle  per le ambientazioni e per il cast stellare.

Dune è  il film più premiato agli Oscar 2022.

Partito con 10 nomination, ha vinto come Miglior fotografia, montaggio, colonna sonora, scenografia, effetti speciali.

Le candidature erano anche come Miglior film, sceneggiatura non originale, costumi, trucco e acconciature.

ll cast è composto da Timothée Chalamet, Jason Momoa, Dave Bautista, Oscar Isaac, Josh Brolin, Javier Bardem, Stellan Skarsgard e Charlotte Rampling.

Francesco de Francesco è la voce italiana di Jason Momoa.

In un futuro decisamente remoto, il pianeta di Arrakis, anche noto come Dune per via delle sue ampie distese di sabbia, è l’unica fonte della sostanza più preziosa dell’universo,

“la spezia”, una droga in grado di allungare la vita, potenziare le capacità mentali di chi la assume e consentire i viaggi nello spazio.

Come ogni terra ricca di una risorsa naturale tanto preziosa, Dune diventa terreno di conflitto.

Non si tratta, però, di un pianeta disabitato: oltre alla popolazione dei Fremen, che vive nel deserto, è infatti anche casa degli enormi e spaventosi vermi delle sabbie.

“Dune” è stato ambientato in Giordania, nel deserto del Wadi Rum e nella Wadi Araba. Il Wadi Rum è un set naturale, impiegato spesso come location dalle produzioni cinematografiche. È

 

troy

Troy è il film di Wolfang Petersen con Brad Pitt e Orlando Bloom doppiato da Massimiliano Manfredi

Troy è il film del 2004 diretto da Wolfgang Petersen.

Il cast di Troy racchiude il gotha degli attori, ci sono infatti:

Brad Pitt, Eric Bana, Orlando Bloom, Diane Kruger, Sean Bean, Brian Cox, Peter O’Toole,

Brendan Gleeson, Saffron Burrows, Rose Byrne, Julie Christie, Garrett Hedlund, Adoni Maropis, Tyler Mane,

James Cosmo, Julian Glover, Owain Yeoman, Alex King, Trevor Eve.

Troy è in programmazione sui canali di Sky cinema.

troyMassimiliano Manfredi è la voce italiana di Orlando Bloom che nel film è Paride.

Troy è scritto da David Benioff con la fotografia di Roger Pratt, il montaggio di  Peter Honess,

le musiche di Gabriel Yared, James Horner

La produzione di Troy è a cura di Wolfgang Petersen, Diana Rathbun, Colin Wilson

Costato all’incirca 185 milioni di dollari, Troy divenne uno dei maggiori successi del suo anno arrivando a guadagnarne circa 500 in tutto il mondo.

La storia si svolge intorno al 1200 a.C., quando tutte le città-stato della Grecia sono sotto il controllo dell’avido re acheo Agamennone.

Solo una di queste rifugge da lui, ed è la potente città di Troia che, grazie alle sue potenti mura difensive, è da sempre rimasta inviolata.

Agamennone per ampliare il suo potere, sfrutta il tradimento subito da Menelao e dichiara guerra alla città.

Il fratello del re, infatti, è stato privato della bella moglie Elena, fuggita a Troia con il principe Paride.

Per riparare a questo torto, un enorme flotta di achei intraprende la sua marcia verso la potente città nemica.

Il re Priamo, sapendo di vere al suo fianco il valoroso figlio, Paride, non teme l’imminente attacco

Ma con gli achei è partito anche il temibile Achille un  semidio in cerca di gloria eterna, quasi totalmente immortale.

Achille, infatti, è l’arma vincente dei greci invieranno alla conquista di Troia.

Eric Bana e Brad Pitt non hanno usato controfigure per il loro duello.

I due attori si sono accordati per risarcirsi a vicenda per ogni ferita che si sarebbero incidentalmente fatti: 100 dollari per un colpo grave, 50 per un danno lieve.

Alla fine delle riprese Pitt doveva a Bana ben 750 dollari mentre l’attore di origini balcaniche non doveva nulla al collega.

Brad Pitt si è allenato intensamente per sei mesi in modo da ottenere un fisico che somigliasse a quello delle statue greche.

Inoltre Pitt si è strappato il tendine d’Achille durante le riprese.

Pitt ha anche dichiarato che girare questo film è stato una tortura per lui, visto che ha dovuto smettere di fumare durante la lavorazione.

Orlando Bloom ha dichiarato di aver odiato il suo personaggio e che considera Paride “un codardo e un idiota”.

Le maggiori critiche ricevute da Troy sono legate alle sue enormi differenze con il poema di Omero.

Le  scene in esterni sono state girate tra Malta, Marocco e Messico, mentre i set interni sono stati allestiti negli Shepperton Studios, nel Regno Unito.

In realtà, in Marocco dovevano essere girate molte più scene, ma le tensioni internazionali dovute alla Guerra in Iraq costrinsero la produzione a spostarsi a Baja California Sur, in Messico.

Il cavallo di Troia utilizzato nel film non è andato perso.

La produzione ha deciso di donarlo al governo turco e, infatti, ora è esposto sul lungomare di Canakkale, cittadina balneare che dista solo un’ora dal sito archeologico di Troia.

Per rendere più credibili le scene di battaglia tra troiani e greci,

Petersen arruolò 300 comparse maschili – tutte di nazionalità bulgara – e le portò direttamente in Messico, facendole addestrare a dovere per i combattimenti.

Ciò, ovviamente, fece lievitare i costi di produzione.

Delle tante nomination per diversi premi, Troy ha ricevuto solo l’Oscar per i migliori costumi.

Notevoli differenze si ritrovano nello svolgimento della battaglia tra Achille e Ettore.

Nel poema i due si incontrano quasi casualmente, mentre nel film si dichiarano apertamente battaglia uno contro uno.

Ulteriori differenze si ritrovano circa la fine di alcuni personaggi:

Paride, ad esempio, nel film non muore e riesce a fuggire con Elena.

Nel poema, invece, quest’ultima decide di tornare a Sparta con Menelao.

Ancora, differenti rispetto all‘Iliade sono le sorti del re Priamo, del guerriero Aiace e del celebre Patroclo.

Una delle più evidenti differenze, tuttavia, è quella relativa alla durata della guerra.

Troy è visibile su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete in particolare si trova su : Rakuten Tv, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Netflix, Amazon Prime Video e Tim Vision.

 

 

the conjuring

The Conjuring è il film diretto da James Wan con Vera Farmiga e Patrick Wilson doppiato da Massimiliano Manfredi

 The Conjuring è il film diretto da James Wan, primo capitolo di una serie cinematografica.

Soggetto e la sceneggiatura di The Conjuring sono di Chad e Carey Hayes

Mentre i produttori sono: Rob Cowan, Tony DeRosa-Grund, Peter Safran quelli esecutivi sono: Walter Hamada, Dave Neustadter.

the conjuringLe case di produzione sono: Evergreen Media Group, New Line Cinema, The Safran Company

La distribuzione in italiano è a cura di: Warner Bros. Pictures

Nel cast di The Conjuring ci sono: Vera Farmiga, Patrick Wilson, Lili Taylor, Ron Livingston, Mackenzie Foy, Joey King.

The Conjuring va  in onda il 22 febbraio alle ore 21.15 su Italia 2.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di Patrick Wilson che nel film è Ed Warren.

1971 i coniugi Carolyn e Roger Perron si trasferiscono con le loro cinque figlie in un’accogliente casa di campagna, ad Harrisville.

Ma in questa casa accadono strani fenomeni che culminano in veri e propri attacchi da parte di spiriti maligni ai danni della famiglia.

Per cercare di liberarsi dal male che abita in quelle mura, i Perron decidono di rivolgersi ai demonologi Ed Lorraine Warren.

Giunti sul luogo, i due dovranno cercare di risalire alla storia che si nasconde dietro quella casa, scoprendo verità terribili.

I due esperti scoprono la presenza della vecchia proprietaria, uccisasi perché accusata di stregoneria.

 

La vera famiglia Perron era presente sul set durante le riprese.

Tanti gli episodi strani presenti durante la lavorazione del film:

quando la Farmiga ha accettato la parte sul suo computer comparvero strani graffi.

Diverse persone si svegliavano tra le 3 e 4 del mattino da sempre note da sempre come le ore delle streghe.

Carolyn Perron, mentre la sua famiglia è sul set, cade e si frattura l’anca.

Pur avendo visitato molte case la produzione ha deciso di costruire ex novo la casa, di due piani, che ha ospitato le riprese.

Oltre la casa hanno costruito l’albero di 15 metri diventato simbolo del film.

La famiglia Perron rimase nella casa infestata per dieci anni.

Non da subito hanno sentito l’intensa attività demoniaca ma questa è aumentata visibilmente quando hanno acceso i camini e aperto la cantina.

La vera Lorraine Warren fa un cameo al quarantaquattresimo minuto: è la signora in prima fila nella scena in cui Carolyn sta ascoltando la presentazione degli Warren.

– I Warren hanno conservato alcuni manufatti delle loro indagini in una stanza d’archivio, tra cui la bambola Annabelle che ha ispirato uno dei film.

serendipity

Quando l’amore è magia – Serendipity il film con John Cusack doppiato da Massimiliano Manfredi in programma per San Valentino

Quando l’amore è magia – Serendipity è un film del 2001 diretto da Peter Chelsom, scritto da Marc Klein.

La produzione del film è di la produzione firmata da Simon Fields e Robert Levy.

Quando l’amore è magia – Serendipity ha il montaggio di Christopher Greenbury e

le musiche del il compositore e direttore d’orchestra statunitense Alan Silvestri.

serendipityIl film è in onda  su Sky cinema romance il 14 febbraio alle 10.25 e su La 5 venerdì 16 alle 21.10.

Nel cast di Quando l’amore è magia – Serendipity ci sono:

John Cusack, Kate Beckinsale, Jeremy Piven, Bridget Moynahan, Eugene Levy, Lilli Lavine.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di John Cusack che nel film è  Jonathan Trager.

Sara e Jonathan sono giovani impegnati in un relazione con i rispettivi partner e alle prese con i primi acquisti natalizi.

I due si incontrano proprio dentro di magazzino e scatta il colpo di fulmine che li porta però a prendere ad una strana decisione:

scrivono i loro numeri su un un dollaro e su un vecchio libro, dunque, se sarà destino, si rincontreranno anni dopo.

Quando l’amore è magia – Serendipity  è  prodotto in USA nel 2001 e la durata è di 90 minuti circa.

John Cusack e Kate Beckinsale, nonostante fossero i due protagonisti della commedia,

hanno lavorato assieme soltanto per pochi giorni:

i loro due personaggi, infatti, non condividono quasi mai la scena nel corso del film.

Il caratteristico drink bevuto da Sara e Jonathan nel ristorante Serendipity 3 sulla 68esima strada è il Frozen Hot Chocolate.

Il locale che dà il nome al film, Serendipity 3, si trova sì a New York city e si trova sulla sulla 60esima.

 

Kate Beckinsale e Molly Shannon avrebbero voluto girare loro le scene più pericolose ma così non è stato.

John Corbett, che nel film interpreta il primo fidanzato di Sara, troverà il successo con Il mio grosso grasso matrimonio greco e soprattutto con il ruolo di Aidan accanto a Sarah Jessica Parker in Sex and the city.

A causa degli attentati dell’11 settembre 2001, il film non ha più le immagini delle Torri gemelle nella versione definitiva.

Il film è pieno di citazioni classiche a pellicole o romanzi intramontabili come Il Padrino, Peter Pan o Il Mago di Oz.

Al Box Office Usa Quando l’amore è magia – Serendipity ha incassato nelle prime 12 settimane di programmazione 50,2 milioni di dollari e 13,3 milioni di dollari nel primo weekend.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

castle

“Castle” è la serie di Andrew W. Marlowe con Stana Katic e Nathan Fillion doppiato da Andrea Lavagnino

Castle è una serie televisiva statunitense trasmessa da ABC dal 2009 al 2016 per otto stagioni.

La serie Castle  è creata da Andrew W. Marlowe, ed è interpretata da Nathan Fillion e Stana Katic.

Castle va in onda in Italia in prima visione satellitare dai canali di Fox Italia dal 16 ottobre 2009.

(con il titolo Castle – Detective tra le righe per le prime due stagioni, poi con il titolo originale Castle), e successivamente in chiaro da Rai 2 dal 10 gennaio 2010.

castleAndrea Lavagnino è la voce italiana di Nathan Fillion che nella serie è Richard Castle.

Richard Castle, famoso e acclamato scrittore di libri gialli,

viene contattato dal New York City Police Department per aiutare la detective della Squadra Omicidi Kate Beckett a risolvere un caso che sembra copiato dalla trama di un suo romanzo.

Collaborando, i due riescono a risolvere l’omicidio e Castle, contento dell’esperienza fatta, chiede all’amico sindaco il permesso di affiancare la detective Beckett in pianta stabile

come consulente della polizia e di seguire i suoi casi, rendendosi spesso decisivo per la loro soluzione.

Tuttavia Castle e la Beckett sono molto diversi tra di loro: Castle è una persona fuori dagli schemi ed entusiasta di questa nuova esperienza lavorativa,

mentre Kate è una donna più tranquilla e riservata che intraprese anni prima la carriera di poliziotta per risolvere l’omicidio della madre, rimasto ancora insoluto.

Allo stesso tempo, Castle decide di prendere a modello proprio la detective per creare la nuova protagonista dei suoi romanzi, Nikki Heat.

Con il tempo, Castle e Kate diventano amici e, pur negando reciprocamente l’argomento, la loro relazione è sempre sul punto di sfociare in qualcosa di più profondo.

 

Non è affatto facile girare le puntate della serie infatti, come affermato dal protagonista Nathan Fillion in un’intervista,

spesso, infatti,  le riprese della serie si protraggono fino a 14 ore al giorno, e capita che si lavori sul set anche il sabato.

Inoltre, nonostante la serie sia ambientata a New York, le riprese avvengono a Los Angeles;

a New York è stato girato, nel 2009, solamente l’episodio pilota della serie.

 

Heat Wave, lo pseudobiblion scritto dal protagonista Richard Castle nella finzione della prima stagione di Castle, è stato realmente pubblicato ed ha ottenuto un bel successo.

La stessa operazione è stata fatta per il suo secondo pseudobiblion, Naked Heat,

i cui primi capitoli sono stati pubblicati sul sito del network ed è poi stato distribuito sul mercato statunitense il 28 settembre 2010.

Il 20 settembre 2011 è uscito negli Stati Uniti il terzo pseudobiblion di Richard Castle, Heat Rises ed ha ottenuto un ottimo piazzamento nelle classifiche di vendite dei libri.

Il 18 settembre 2012 è stato pubblicato negli Stati Uniti il quarto pseudobiblion improntato sulla serie televisiva, Frozen Heat, che ha esordito al settimo posto della “New York Times Best Seller List”.

Tutti gli pseudobiblion di Richard Castle sono tradotti e pubblicati in Italia da Fazi Editore.

Graphic Novel

Nel maggio 2011 la ABC ha siglato una partnership con la Marvel Comics per la realizzazione di un romanzo a fumetti incentrato sulle avventure di Derrick Storm,

che, come detto, è  il primo protagonista degli pseudobiblion di Richard Castle. D

a questo accordo è nata Deadly Storm, una graphic novel scritta da Brian Michael Bendis e Kelly Sue DeConnick .

Nel 2014 la GameMill Entertainment ha pubblicato il videogioco Castle – Never Judge a Book by Its Cover, che vede la coppia Castle-Beckett indagare per fermare un serial killer.

Curiosità:

Il creatore dello show, Andrew W. Marlowe,  si allontanò dopo la sesta stagione, lasciando la serie nella sua posizione più precaria di sempre dopo il finale completamente divisivo per il pubblico.

Stana Katic è stata scelta tra oltre 140 attrici per il ruolo di Beckett.

A Stana Katic non è stato chiesto di tornare per un’ipotetica nona stagione.

Nathan Fillion ha guadagnato molto negli anni, ma è con questa  serie  che il suo patrimonio è veramente cresciuto, raggiungendo la cifra di circa 18 milioni.

La longevità della serie ha inoltre permesso a Fillion di diventare uno degli attori più pagati della TV.

Nathan Fillion, aveva un difficile rapporto con la sua co-protagonista.

Secondo una fonte l’attrice e Fillion non si sopportavano, generando continuamente un clima di tensione che ha portato infine lei ad abbandonare lo show.

Tutte le stagioni di Castle disponibili  su Amazon prime video.

 

the terminal

The Terminal diretto da Steven Spielberg con Tom Hanks doppiato da Angelo Maggi in onda sul 27

The Terminal è il film  diretto da Steven Spielberg con sceneggiatura di Sacha Gervasi, Jeff Nathanson da un soggetto di Andrew Niccol, Sacha Gervasi.

Il film è prodotto da Steven Spielberg, Walter F. Parkes, Laurie MacDonald.

the terminalNel cast ci sono: Tom Hanks, Catherine Zeta-Jones,

Stanley Tucci, Chi McBride, Diego Luna, Barry Shabaka Henley.

Angelo Maggi è la voce italiana di Tom Hanks che nel film è Viktor Navorski.

The terminal va in onda domenica 21 gennaio  sul 27 alle 21.10.

Viktor Navorski giunge all’aeroporto J.F. Kennedy di New York dalla Krakozhia, un piccolo stato sorto dalla frantumazione dell’Urss.

Nel momento in cui giunge al desk dei visti viene però bloccato.

In Patria c’è stato un colpo di stato.

Il nuovo regime non viene riconosciuto dagli Stati Uniti e quindi lui non può entrare in America. Benché il responsabile dell’aeroporto,

in attesa di un’ispezione per passaggio di grado, a un certo punto lo spinga ad infrangere la legge Viktor non esce dal terminal

che diventa la sua casa in attesa di poter realizzare il sogno per cui è giunto negli States.

Il film è ispirato alla storia vera del rifugiato iraniano Mehran Karimi Nasseri:

giunto nel 1988 all’aeroporto di Parigi “Charles de Gaulle”,

dopo essersi visto rifiutare il visto di ingresso dal Regno Unito a seguito del furto del suo passaporto, le opportunità offerte dalle autorità francesi furono due:

il rimpatrio o la permanenza in Francia.

Mehran Karimi Nasseri ha vissuto nel “Terminal 1” dell’aeroporto della capitale francese sino ad agosto 2006.

Sembra che Steven Spielberg abbia versato all’iraniano circa 300mila dollari per poter portare sulla scena la sua storia.

 

L’aeroporto  dove Spielberg ha girato alcune scene di The terminal è  il Mirabel International Airport di Montreal in Canada.

La maggior parte delle riprese si svolsero tuttavia in un set appositamente realizzato all’interno di un hangar a Palmdale.

L’inno della fittizia Repubblica di Krakozhia è in realtà l’inno albanese il cui testo sono una sequela di suoni non-sense che non provengono da nessuna lingua.

La lingua che invece Viktor parla lungo l’arco del film è bulgaro mentre il testo dei materiali editoriali che si porta dietro è russo.

La patente che esibisce in una scena è una vera patente di guida bielorussa rilasciata nel 1995.

Il film prevedeva un finale differente (nel quale Amelia andava a New York con Viktor),

ma le anteprime presso il pubblico convinsero Spielberg a girarne un altro.

La ragazza che Viktor cerca di aiutare mentre ha problemi evidenti con la sua valigia è Sasha Spielberg, la figlia del regista.

The Terminal è stato presentato fuori concorso e come “evento speciale” alla 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

will hunting

Will Hunting – Genio Ribelle il film con Robin Williams e Matt Damon doppiato da Christian Iansante

 Will Hunting – Genio Ribelle, film cult del 1997.

will huntingIl film, vincitore di due Premi Oscar, va in onda su Italia 1 alle 21.25.

Nel cast di Will Hunting – Genio Ribelle ci sono: Robin Williams, Matt Damon, Ben Affleck, Cole Hauser,

Stellan Skarsgard, Casey Affleck,

Minnie Driver, George Plimpton,

John Mighton, Rachel Majowski, Francesco Clemente, Colleen McCauley.

 Christian Iansante doppia Matt Damon che nel film è Will il protagonista.

 Will Hunting – Genio Ribelle racconta la storia di Will Hunting, ragazzo prodigio che, però, guadagna qualcosa facendo le pulizie all’interno del M.I.T. di Boston e

passa le sue giornate con i suoi amici bevendo birra e spesso finendo coinvolto in risse da strada.

Un giorno riesce a risolvere un complesso esercizio di matematica, mai completato dagli studenti dell’Istituto.

Questo lo porterà sia a frequentare i corsi di matematica, sia a incontrare uno psicologo, Sean Maguire.

Per il ruolo di Sean Maguire,

Robin Williams si aggiudicò l’Oscar del 1998 come‘Miglior attore non protagonista.

La storia è ambientata a  Boston, ma la maggior parte delle scene furono girate a Toronto.

Anche gli ambienti interni del MIT e dell’Università di Harvard appartengono in realtà all’Università di Toronto.

La famosa scena della panchina con Matt Damon e Robin Williams la girarono davanti a più di 3000 passanti, che si fermarono ad assistere incuriositi.