Come nasce

Il progetto inizia nell’estate 2002 dall’intuizione di Walter Bucciarelli, attuale direttore dell’Accademia. Dopo pochi mesi viene alla luce una delle prime scuole professionali di doppiaggio in Italia: l’Accademia Flaiano, trasformata successivamente in Accademia del Doppiaggio® . L’anno dopo, l’attività di formazione viene supportata da un sito web che comincia a raccogliere già tanti consensi a livello nazionale.

Così, dopo la prima e stimolante esperienza, l’accademia ora è presente a Roma, Milano, Napoli, Firenze, Padova e Pescara diventando l’unica scuola di doppiaggio in Italia ad avere una presenza diffusa sul territorio in 6 importanti città.

Negli anni tanti sono stati i professionisti del mondo del cinema ospitati dall’Accademia del doppiaggio, da Christian Iansante e Roberto Pedicini, a Francesco Vairano (direttore di doppiaggio), Chiara Colizzi (la voce di Nicole Kidman), Angelo Maggi, Pino Insegno (non tutti sanno che è anche un bravo doppiatore), Ennio Coltorti, Alessandro Prete, Giorgio Borghetti, Alberto Angrisano, Andrea Lavagnino, Davide Marzi, Sara Ricci, Franco Mannella e tanti altri attori e doppiatori famosi, dando agli allievi la possibilità di approfondire temi specifici legati all’uso della voce.

Con l’interesse sempre più vasto per il mondo del doppiaggio, nel febbraio 2018 Walter Bucciarelli è stato invitato, come direttore dell’Accademia del Doppiaggio, a partecipare al seminario “Il mondo del doppiaggio: le sfide di oggi e domani” tenuto presso l’Università Bocconi di Milano. Nel febbraio 2021 l’Accademia del Doppiaggio ha tenuto un ulteriore seminario per l’Università D’Annunzio di Chieti Pescara: “Nascita, sviluppo e tecniche del Doppiaggio cinematografico”.

LA NOSTRA FILOSOFIA

Dopo anni di esperienza, l’accademia prosegue il suo percorso nel rispetto di un codice deontologico ben preciso; è prevista un’attenzione particolare al momento del provino, atto a verificare se il candidato possiede le capacità specifiche per intraprendere questo percorso. Oltre ad una forte motivazione, essenziale in tutte le attività artistiche, vengono valutate le attitudini personali, la predisposizione per le attività di studio, le capacità e la propensione verso un lavoro delicato e profondo come quello che fa l’attore su sé stesso, prima di dar corpo, e quindi voce, ad un personaggio.

L’obiettivo principale dell’accademia è formare persone che abbiano i mezzi e le possibilità concrete di tentare una strada tanto entusiasmante quanto complessa come quella del doppiaggio: per questa ragione la fase di selezione degli allievi risulta essenziale come base per consentire agli allievi la crescita e lo sviluppo delle loro capacità attoriali.

Negli anni, tra gli allievi che sono stati formati all’interno dell’accademia, diversi sono quelli che si sono lanciati in questo affascinante mondo diventando doppiatori professionisti. Alcuni di loro: Guido Di Naccio, Silvia Barone, Francesco Cavuoto, Benedetta Degli Innocenti, Francesco De Francesco, Alessia Rubini, Emanuele Durante, Giulia Ciucci, Niccolo’ Guidi, Ugo De Cesare, Irene Trotta, Giuseppe Ippoliti, Antilena Nicolizas, Valentina Stredini, Francesco De Marco, Sara Imbriani… solo per fare alcuni nomi).

    Richiesta Informazioni