Al corso di Doppiaggio base di Milano 2017/2018 (2016/2017 completo) si accede esclusivamente dopo il superamento dei provini di ammissione che si svolgeranno nei giorni 9 e 10 Giugno 2017

Modalità di prenotazione al provino: telefonica, al numero 02 21 11 73 24 oppure al n.  348 81 33 081 (Walter Bucciarelli – Direttore)

Requisiti richiesti:

Non è requisito indispensabile aver avuto precedenti esperienze nel campo della recitazione. E’ sufficiente avere una naturale predisposizione verso questa materia.

La classe sarà a numero chiuso

Totale lezioni: 25 di 4 ore cad. con cadenza settimanale (ogni mercoledì dalle 16:00 alle 20:00)

Periodo corso:  Novembre 2017 – Maggio 2018

Limiti di età: 16/35 anni – fino a 50 anni per fini non professionali

IL PERCORSO
Un bravo doppiatore è prima di tutto un bravo attore, troppo spesso si dimentica l’importanza di una buona base recitativa. Lo scopo del corso è quello di avvicinare gli allievi all’arte del doppiaggio e del teatro attraverso un’esplorazione del proprio universo emotivo, una scoperta dei linguaggi espressivi e comunicativi e uno studio stilistico sia poetico che umoristico. Il percorso intende fornire stimoli per conoscere prima di tutto se’ stessi, per poi semplicemente mettersi in gioco, confrontandosi con gli altri.
Il corso offre la possibilità di avvicinarsi al mondo del doppiaggio partendo dagli elementi fondamentali del mestiere dell’attore:

IL CORPO
Si lavorerà sullo scioglimento, potenziamento e agilità di riflessi; sulla coordinazione; la neutralità e correzione della postura; lo stare in scena, quindi la respirazione.
Trovando il proprio equilibrio si scoprirà una nuova consapevolezza e capacita’ di controllo, pur mantenendo la libera espressività del corpo. Per arrivare poi alla voce.
Scoperta del corpo
– Migliorare la coordinazione e l’orientamento spazio-temporale;
– Imparare a comunicare attraverso il proprio corpo per giungere ad una nuova e più consapevole gestione di se’ e dei propri impulsi in relazione agli altri e allo spazio circostante;
– Esercitarsi nell’immedesimazione sfruttando l’utilizzo delle proprie caratteristiche corporee per trasformarsi di volta in volta a seconda del personaggio e della situazione scenica;
– Acquisire progressivamente una sempre più consapevole “presenza scenica” attraverso l’espressione corporale, l’analisi e la decomposizione del movimento.

LA VOCE
Si affronterà un serio e allo stesso tempo divertente lavoro sull’uso corretto della voce e la dizione.
L’articolazione, il riscaldamento vocale, la fonetica e i colori interpretativi del nostro strumento
L’utilizzo del diaframma. La corretta respirazione per la vita e per la scena.
Tono, timbro e volume
Scoperta delle emozioni
– Imparare ad individuare le macro-emozioni attraverso un lavoro di analisi e immedesimazione del personaggio.
– Riuscire a riprodurre i sentimenti umani, reali o astratti, tramite l’aiuto di stimoli esterni come la musica, le immagini, i colori o gli oggetti;
– Apprendere come gestire le emozioni e a veicolarle tramite uno studio interpretativo sul testo.

IL TESTO
Leggere un testo correttamente non e’ facile e un doppiatore deve essere in grado di dare vita alle parole il più velocemente possibile. Si partirà da una semplice lettura per arrivare poi a letture più complesse come poesie, monologhi, scene comiche e drammatiche.
Comprensione, interpretazione, lettura all’impronta

L’IMMAGINAZIONE
Verrà stimolata immaginazione e creatività, di modo che i veri protagonisti saranno la fantasia e l’originalità di ognuno, monitorate sapientemente dagli insegnanti e dalla progressiva acquisizione da parte degli allievi di strumenti tecnici.

La seconda parte del corso sara’ incentrata sul lavoro pratico del doppiatore.

DOPPIAGGIO
Un buon doppiaggio non deve solo rispettare il senso ma deve essere coerente con quanto avviene nella scena e rispettare il ritmo delle frasi, la gestualità, le lunghezze, il sincronismo labiale, e le intenzioni dell’attore che si sta doppiando.
Il doppiaggio sostituisce le voci originali degli attori e quindi le loro performance vocali, fondamentali saranno quindi:
la corretta pronuncia, il timbro, l’intonazione e tutte quelle sfumature che un buon attore riesce a imprimere al proprio personaggio.

LA SALA
imparare a conoscere i mezzi tecnici del doppiaggio: microfono, Voce off, Oversound, Sync, il copione come spartito musicale. Il materiale da doppiare sara’ vario: cartoni animati/anime, serie tv, documentari, film, telenovelas.

 

Alcuni nostri allievi che ce l’hanno fatta: Guido Di Naccio, Silvia Barone, Francesco Cavuoto, Benedetta Degli Innocenti, Francesco De Francesco, Alessia Rubini, Giulia Ciucci, Niccolo’ Guidi, Ugo De Cesare, Giovanni Adriani, Antilena Nicolizas, Valentina Stredini…

dario_oppido

Dario Oppido

Docente Corso di Doppiaggio base Milano

Visualizza Biografia
lorenzo_scattorin

Lorenzo Scattorin

Docente Corso di Doppiaggio base - Milano

Visualizza Biografia

Richiesta Informazioni