Tag: christian iansante

guardiani della galassia volume 3

Guardiani della Galassia volume 3 scritto e diretto da James Gunn con al doppiaggio Iansante, Capuano, Lavagnino

“Guardiani della Galassia volume 3” è il film basato sui personaggi dei fumetti creati da Dan Abnett e Andy Lanning scritto e diretto dallo sceneggiatore/cineasta americano James Gunn.

Il film è nelle sale italiane dal 3 maggio incassando cifre record già dai primi giorni di programmazione.

è un film del 2023 scritto e diretto da James Gunn.

guardiani della galassia volume 3“Guardiani della Galassia volume 3” è il trentaduesimo film del Marvel Cinematic Universe, nonché sequel della pellicola del 2017 Guardiani della Galassia Vol. 2.

La direzione del doppiaggio italiana è di Marco Guadagno.

Christiana Iansante è la voce italiana di Rocket che nel film originale è di Bradley Cooper.

Dino Capuano è la voce italiana di Nico Santos che nel film è Recorder Theel.

Andrea Lavagnino è la voce italiana di Nathan Fillion che nel film è Master Karja.

Il cast di “Guardiani della Galassia Volume 3” è composto da:

Chris Pratt, Zoe Saldaña, Karen Gillan, Pom Klementieff, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper, Sean Gunn ed Elizabeth Debicki,

e con le guest star Sylvester Stallone, Will Poulter, Chukwudi Iwuji  e Maria Bakalova.

La nostra amata banda di disadattati si sta sistemando su “Ovunque”.

Ma non passa molto tempo prima che le loro vite vengano sconvolte dagli echi del turbolento passato di Rocket.

Peter Quill, ancora sconvolto dalla perdita di Gamora, deve radunare la sua squadra attorno a sé in una pericolosa missione per salvare la vita di Rocket,

una missione che, se non completata con successo, potrebbe portare alla fine dei Guardiani così come li conosciamo.

Questo sequel è stato annunciato un mese prima dell’uscita di Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017).

Prima che Will Poulter fosse scelto per il ruolo di Adam Warlock, George MacKay e Regé-Jean Page erano stati presi in considerazione per il ruolo.

Questo film segna il divario più lungo tra il primo film e il terzo film in una trilogia dell’Universo Cinematografico Marvel (MCU), 8 anni e 10 mesi,

con Guardiani della Galassia uscito nelle sale il 1° agosto 2014.

 

Il regista Gunn spiega la centralità del procione Rocket nel progetto

“Ho pensato  se ci fosse stato un procione spaziale parlante, come sarebbe potuto esistere?’

E mentre ci riflettevo, ho iniziato a pensare a come questa fosse la creatura più triste dell’universo, e questo è stato in realtà il seme per me dell’intera trilogia dei Guardiani”.

“Quella è stata la mia strada, questa base di isolamento e tristezza, e tutti questi personaggi sono isolati e tristi.

Quindi sapevo qual era il retroscena di Rocket da quel momento è stato facile costruire la storia del primo Guardiani della Galassia.

È stata la prima cosa che mi è venuta in mente”.

La storia contenuta in Guardiani della Galassia Vol. 3 poteva finire nello spin-off Rocket & Groot, che era nelle primissime fasi di sviluppo qualche anno fa:

“Ho sempre creduto che dovesse essere narrata nel terzo film perché pensavo che dovessimo prima raccontare la storia di Peter Quill e poi arrivare alla storia di Rocket.

Penso che l’unica domanda fosse: sarebbe stato un film di Rocket e Groot o sarebbe stato Guardiani 3, perché inizialmente lo avrei fatto come Rocket e Groot”.

la rapina perfetta

La rapina perfetta è il film di Donaldson con Christian Iansante che doppia Stephen Campbell Moore

La rapina perfetta è il film diretto da Roger Donaldson, sceneggiato da Dick Clement e Ian La Frenais.

Nel cast ci sono: Jason Statham, Saffron Burrows, Stephen Campbell Moore, Richard Lintern, James Faulkner, Daniel Mays e Alki David.

la rapina perfettaSteven Chasman, Pete Ford e Charles Roven  sono i produttori del film con la Mosaic Media Grioup e Relativity Media

mentre la distribuzione di La rapina perfetta in Italia è  di 01 Distribution.

Il montaggio è di John Gilbert.

Christian Iansante è la voce italiana di Stephen Campbell Moore che nella La rapina perfetta è  Kevin Swain.

La rapina perfetta va in onda sul canale 9 alle 21.25 sabato 15 aprile.

Londra, 1971. Tyler Leather, venditore di auto, ha come seconda attività quella di ladro di macchine e riceve dall’amica Martine l’offerta per prendere parte a una rapina ad una banca di Baker Street.

Tyler, pieno di debiti, intende sfruttare l’occasione per poter ripartire da zero, con l’obiettivo di entrare in possesso della cassette di sicurezza, ricche di gioielli e contanti.

Quello che Terry ignora è che il colpo è solo una copertura per la vera missione dei ladri, mettere le mani sul contenuto di una cassetta di sicurezza,

che appartiene a un certo Michael X, l’uomo avrebbe depositato in banca delle foto compromettenti di un membro della famiglia reale inglese.

L’uomo ha usato le foto come merce di scambio in affari poco leciti e i servizi segreti vogliono correre ai ripari e arrestare l’uomo.

Martine è stata ingaggiata dalla polizia, dopo che in aeroporto era stata fermata per una partita di droga e le era stato assegnato il compito di formare una squadra di ladri.

Il colpo al caveau fila liscio e la squadra di Terry mette le mani sulla preziosa refurtiva

I ladri dividono il bottino ma Terry capisce che c’è qualcosa sotto e affronta Martine, che è costretta a rivelare il vero scopo del furto.

I ladri trovano le foto compromettenti ma anche documenti riservati appartenenti a un criminale di nome Vogel.

Terry braccato insieme ai suoi decide di collaborare con un poliziotto che non è corrotto per far arrestare Vogel e i suoi complici.

Grazie ad un colpo di fortuna e anche al suo intuito Terry riesce a far arrestare Vogel.

I ladri fanno un accordo per avere l’immunità e tornano impuniti alle loro vite  con  la refurtiva.

Ispirato ad una storia realmente accaduta, il film racconta di una rapina organizzata in una banca londinese nel 1971,

per cui non fu arrestato nessun colpevole, una vicenda che in pochi giorni fu insabbiata.

 

Per la realizzazione di La rapina perfetta il regista e la sua squadra  si ispirano a Rapina in Berkeley Square del 1979, ma l’ambientazione anni Settanta ha creato non pochi problemi.

La stazione della metropolitana utilizzata per esempio è quella di Aldwych, chiusa nel 1994 e ormai monumento storico,

perché la vera stazione di Tottenham Court Road è frutto di una ristrutturazione dei primi anni Ottanta.
Mick Jagger fa un cameo nel film come impiegato di banca.

La-25a-ora-

La 25ª ora è il film diretto da Spike Lee con Norton doppiato da Manfredi, Pepper da Iansante e Kuznetsov da Angrisano

La 25ª ora  è il film diretto da Spike Lee, tratto dal romanzo omonimo scritto da David Benioff che è anche sceneggiatore della pellicola.

Il film è uno dei primi ambientati a New York dopo la tragedia dell’11 settembre 2001 ed il primo a mostrare Ground Zero.

la 25 oraLa 25ª ora  va in onda mercoledì 1˚ marzo 2023 su Rai movie alle 21.10.

Il film, in concorso al Festival di Berlino del 2002, è considerato uno dei migliori film di Spike Lee.

Nel cast ci sono: Edward Norton, Philip Seymour Hoffman, Barry Pepper, Rosario Dawson, Anna Paquin, Brian Cox, Misha Kuznetsov.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di Edward Norton che nel film è Monty Brogan.

Christian Iansante è la voce italiana di Barry Pepper che nel film è Frank Slaughtery.

Alberto Angrisano è la voce italiana di Misha Kuznetsov che nel film è  Senka Valghobek.

 

Monty Brogan è uno spacciatore di droga, fidanzato con Naturelle, una ragazza portoricana.

I suoi migliori amici sono Jacob, un insegnante innamorato di una sua studentessa, e Frank, un agente di borsa.

Monty ha anche un cane, con il quale passeggia per le strade di New York.

Il padre, James, è un vigile del fuoco in pensione che pensa ai colleghi uccisi l’11 settembre.

 

Il regista sul film dice:

“Abbiamo posto grande attenzione nella rappresentazione dell’11 settembre, perché sappiamo che provoca ancora molto dolore

 e che sarà sempre molto doloroso per coloro che hanno perso delle persone care.

Ma, allo stesso tempo, non potevamo mettere la testa sotto la sabbia e fingere che non fosse mai successo”.

Per il ruolo di Monty Brogan Tobey Maguire espresse grande interesse.

Ma lo hanno scelto per il ruolo di Peter Parker in Spider-Man e quindi non ha preso parte al progetto da attore  ma solo come produttore.

Edward Norton, scelto come protagonista,  è così affascinato dal personaggio da curarlo in ogni suo aspetto.

A tal punto da richiedere di poter avere, tramite il trucco, il picco della vedova all’attaccatura dei capelli, proprio come descritto da Benioff nel libro.

L’attrice Rosario Dawson interpreta Naturelle, personaggio per il quale presero in considerazione anche la cantante Alicia Keys.

Per la parte dei due migliori amici di Monty, Lee scelse invece Barry Pepper, attore allora poco conosciuto, come Frank, e il futuro premio Oscar Philip Seymour Hoffman per Jacob.

Per quanto riguarda il ruolo di Mary D’Annunzio, la studentessa che Jacob ama segretamente, scelsero Brittany Murphy, che licenziarono perché non mostrava l’impegno necessario.

Il premio Oscar Anna Paquin ha sostituito la Murphy.

 

La sequenza del monologo di Monty davanti allo specchio del bagno, in cui vengono visualizzate tutte le etnie che esso insulta,

presenta delle analogie con una sequenza di Fa’ la cosa giusta, diretto da Spike Lee nel 1989, in cui gruppi di etnie differenti si insultano a vicenda.

Inoltre questo monologo non c’era nella sceneggiatura finale, convinti che non fosse adattabile per il grande schermo.

Lee lo convinse invece ad inserirlo, affermando di poter trovare la giusta messa in scena per questo.

Ad oggi, infatti, è una delle scene più iconiche del cinema dal Duemila ad oggi.

trash

Trash – La leggenda della piramide magica di Dafano – Della Grotta con Christian Iansante

Trash – La leggenda della piramide magica è il film d’animazione italiano diretto da Francesco Dafano e Luca della Grotta.

La sceneggiatura del film è scritta da Andrea Nobile, Francesco Dafano.

La distribuzione in italiano della pellicola è a cura di Notorious Pictures.

trashChristian Iansante nel film è la voce italiana di Slim.

Trash – La leggenda della piramide magica  è prodotto dalla società di produzione cinematografica Al One, con il contributo del MiBAC.

Trash – La leggenda della piramide magica è disponibile sulle piattaforme di streaming.

Slim è una scatola di cartone logora e stazzonata; Bubbles una bottiglia da bibita ammaccata a mezza sgonfia.

Entrambe si ritrovano sul pavimento di un mercato, destinate a finire nel secchio della spazzatura.

Ma a sorpresa incontrano il piccolo Spark, la confezione vuota di una batteria che mostra sul retro il logo del riciclo:

un simbolo che Bubbles riconosce come quello della Piramide magica, quel posto di cui fra i rifiuti si favoleggia come l’unico in cui potrebbero ritrovare una seconda vita.

Insieme ad altri scarti i tre escono dal mercato e iniziano la loro avventura sulla strada, scansando nemici come i Risucchiatori di immondizia e i terribili Predatori.

Lungo la via troveranno alleati e traditori cercando di portare a termine la loro impresa.

IGN Italia: Vi andrebbe di raccontare l’origine del concept di Trash, e i suoi successivi sviluppi fino alla versione che vedremo nelle sale?

 

Francesco Dafano sul senso del film:

Nella nostra scrittura come prima cosa  volevamo creare empatia tra lo spettatore e la storia quaindi abbiamo evitato qualsiasi implicazione didascalica o prettamente educativa.

Del resto nel momento stesso in cui ci affezioniamo ai personaggi che il messaggio passa senza bisogno di troppe spiegazioni.

 

Luca Della Grotta sul senso del film:

Dopo una lunga fase di analisi abbiamo capito quanto era importante lavorare sulla umanità dei personaggi:

oggetti sporchi e abbandonati ma con una forte umanità, che strisciano in luoghi dimenticati da Dio e dagli uomini cercando di sopravvivere.

 

Francesco Dafano sulle scelte tecniche:

Con la tecnica mista abbiamo dato  realtà alla storia.

Non raccontiamo un universo immaginario popolato solo da personaggi buffi, bensì una declinazione del presente.

Tuttavia, abbiamo leggermente ammorbidito l’atmosfera attraverso il character design e la fotografia, rendendola un po’ meno inquietante.

 

Luca Della Grotta sulle riprese del film :

 Le riprese le abbiamo fatte a Roma, ma non volevamo che la città fosse troppo riconoscibile altrimenti, avrebbe finito per “costringere” il film.

Chiaramente lo stampo delle scenografie è europeo, ma più che altro abbiamo cercato di costruire un percorso attraverso dei non luoghi.

Trash – La leggenda della piramide magica  è dedicato alla memoria di Roberto Draghetti, al suo ultimo ruolo cinematografico, che presta la voce a Vitrio.

il nemico alle porte

Il nemico alle porte il film di Jean-Jacques Annaud con Jude Law e Joseph Fiennes doppiato da Iansante su Rai Movie

Il nemico alle porte  è un film  diretto da Jean-Jacques Annaud.

Nel film ci sono: Jude Law, Joseph Fiennes, Rachel Weisz, Ed Harris, Bob Hoskins, Ron Perlman.

Il nemico alle porte va in onda il 18 Gennaio 2023 alle ore 21.10 su Rai Movie.

il nemico alle porteChristian Iansante è la voce italiana di Joseph Fiennes che nel film è  Politruk Danilov.

1942, Seconda Guerra Mondiale. Vasily Zaytsev, soldato dell’Armata Rossa, ha preso parte alla battaglia di Stalingrado

dove si è distinto con le sue impressionanti abilità da cecchino, al punto da diventare in breve tempo una sorta di eroe nazionale nonché simbolo nella lotta contro i tedeschi.

Le sue capacità vengono utilizzate ai più alti livelli per eliminare ufficiali d’alto rango della fazione avversa,

al punto che lo Stato Maggiore Tedesco decide di intervenire prima che sia troppo tardi e manda il suo più infallibile cecchino, il maggiore Erwin Konig, a fronteggiare il rivale, in una sfida ad alta tensione.

James Horner, già premio Oscar, compone le musiche del film.

Il nemico alle porte ha vinto il Premio Golden Reel.

Il film è una coproduzione internazionale tra Stati Uniti d’America, Regno Unito, Germania, Irlanda e Francia.

Il set del film lo hanno costruito da zero in Germanie.

Sul set hanno usato delle cariche che esplodevano al passaggio degli stuntman.

Tra i protagonisti c’è una recitazione fatta molto con gli sguardi, infatti le tirate in cui non parlano sono lunghe.

Nella scena in cui Danilov e Vassili discutono le lacrime di Jude Law sono vere.

Il titolo originale del film, Enemy at the gate, era diventato il motto della resistenza contro i nazisti.

La usarono per la prima volta proprio in concomitanza con l’assedio di Stalingrado per chiedere aiuto quando si capì che i tedeschi avevano ormai raggiunto e assediato la città.

frozen

Frozen 2 – Il segreto di Arendelle diretto da Buck e Lee con le voci di Angrisano e Iansante

Frozen 2 – Il segreto di Arendelle, è il cartone animato diretto da Chris Buck e Jennifer Lee.

Frozen 2 – Il segreto di Arendelle  ha incassato 1.4 miliardi di dollari a livello globale, è oggi il maggior incasso per un film di animazione della storia nonché 12esimo in generale.

Battuto, seppur di poco, il già eccezionale risultato del primo capitolo, che si fermò ad “appena” 1.2 miliardi durante la programmazione.

frozenFrozen 2 – Il segreto di Arendelle è in onda stasera su Rai 2 giovedì 29 dicembre 2022.

Sono passati tre anni dalle vicende del primo Frozen e ad Arendelle tutto sembra andare per il meglio:

Anna è ancora fidanzata con Kristoff, mentre Elsa ha imparato a controllare i suoi devastanti, ma preziosi, poteri e guida il regno amata dalla popolazione.

Tuttavia, proprio mentre Elsa sente un misterioso richiamo dal nord, gli elementi della terra, del fuoco, dell’acqua e dell’aria si risvegliano misteriosamente e

obbligano i cittadini a lasciare la sicurezza delle mura della propria città.

Elsa, Anna, Kristoff e gli inseparabili Olaf e Sven dovranno investigare sempre più a nord per scoprire l’origine del richiamo e del risveglio degli elementi –

che sia anche la spiegazione dei poteri magici di Elsa?

Nel cast di Frozen 2 – Il segreto di Arendelle ci sono:  Sterlin K. Brown, Evan Rachel Wood, Alfred Molina, Jason Ritter, Martha Plimpton, Jeremy Sisto, Alan Tudy, Paul Briggs, Alan Tudyk.

Alberto Angrisano è la voce italiana di Jeremy Sisto che nel film è re Runeard

Christian Iansante è la voce italiana di Alan Tudyk che nel film è il duca di Weselton.

In un flashback il principe Agnar afferma di aver letto un libro  e si riferisce, ovviamente, a  La Regina di Ghiaccio di Hans Christian Andersen, la cui storia ha ispirato il franchise di Frozen.

Elsa canta la canzone Nell’Ignoto eil suo potere disegna dei cerchi di ghiaccio a terra ed in un passaggio sembra di scorgere la sagoma di Topolino.

Nel film è presente una sequenza della coreografia presente nel video ufficiale di Bohemian Rhapsody dei Queen: durante la canzone la canzone solista di Kristoff son le di renne a ballarla

Bruni è il nome della piccola salamandra del fuoco che sebben non sia mai detto nel film, il pubblico conosce perché presente nella promozione della pellicola.

L’apertura nazionale americana del film ha visto ai boxoffice una somma di 127 milioni di dollari, classificando

Frozen 2 al terzo posto delle aperture più redditizie per un film animato dopo Gli Incredibili 2 (138 milioni) e Alla Ricerca di Dory (135 milioni).

Anna è l’unica principessa Disney che vediamo accettare una proposta di matrimonio.

 

Per realizzare i paesaggi di Arendelle, il regno di ghiaccio della regina Elsa, la troupe della Disney si è recata per settimane nel Nord Europa.

I film maker hanno effettuato escursioni fra Norvegia, Finlandia e Islanda al fine di catturare le migliori immagini e conferire più credibilità all’ambientazione animata.

La colonna sonora del film è di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez per i testi e Christophe Beck per le musiche. In italiano invece la traduzione è opera di Lorena Brancucci.

Oltre alle doppiatrici Serena Rossi e Serena Autieri, il brano Nell’ignoto ha la voce di Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro.

 

trainspotting

Trainspotting di Danny Boyle con Ewan McGregor doppiato da Christian Iansante e Kevin McKidd da Massimiliano Manfredi

Trainspotting è il film  diretto da Danny Boyle, tratto dal romanzo omonimo di Irvine Welsh del 1993.

Il film ha partecipato fuori concorso al 49º Festival di Cannes del 1996.

trainspottingIl British Film Institute l’ha inserito al decimo posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo.

Nel 2004 il film è stato definito come il miglior film scozzese di tutti i tempi in un sondaggio di pubblico generale.

Nel cast di Trainspotting ci sono:  Ewan McGregor, Ewen Bremner, Jonny Lee Miller, Robert Carlyle, Kelly Macdonald, Kevin McKidd.

Christian Iansante è la voce di Ewan McGregor che nel film è Mark “Rent Boy” Renton.

Massimiliano Manfredi è la voce italiana di Kevin McKidd che nel film è  Thomas “Tommy” MacKenzie.

Edimburgo. Mark Renton, ladruncolo per necessità, ha scelto un’onesta e sincera tossicodipendenza.

Begbie, uno psicopatico violento e alcolizzato spaventa perfino i suoi amici, ma non si sognerebbe nemmeno di toccare la droga.

Spud, un disperato, ma amabile eroinomane. Sick Boy, un narciso dalle conoscenze enciclopediche su Sean Connery,

in grado di tenere sotto controllo la propria dipendenza dall’eroina.

Poi c’è Tommy che non si droga, è un maniaco delle escursioni all’aria aperta e di Iggy Pop.

Ai margini della storia, ci sono le ragazze del gruppo.

Irvine Welsh autore del libro da il film è tratto convinse il regista  a fargli fare un cameo:  è Mikey Forrester, lo spacciatore sdraiato sul materasso che vende dell’oppio a Renton.

Boyle per girare le scene, molto ben riuscite, in cui i protagonisti si iniettano droga utilizzò una protesi di un braccio con vene pulsanti e sacche di sangue  appena sotto la cute.

Per realizzare la molto nota scena   in cui il protagonista Renton si infila e nuota nel bagno più sporco di tutta la Scozia,  ispirata da una scena di Nightmare, per rendere la discesa di Renton nello scarico,

la troupe ha tagliato il water a metà e nella parte non visibile dalla telecamera ha apposto uno scivolo, per il quale Ewan McGregor si infila.

Inoltre tutto lo sporco del water che si vede  è in realtà cioccolato e salsa di cioccolato.

Lo sceneggiatore John Hodge interpreta infatti il poliziotto che corre dietro a Renton nella sequenza di apertura.

John Hodge inoltre, prima di diventare sceneggiatore, era medico: ha usato molta della sua esperienza professionale con tossicodipendenti nella sua scrittura di Trainspotting.

Per entrare nella parte, Ewan McGregor è dovuto dimagrire 12,7 chili.

Non solo, ma come attore di metodo, McGregor è entrato in contatto con ex-tossicodipendenti e ha anche valutato di farsi di eroina per capire meglio il personaggio.

Alla fine però ha deciso di non farlo.

 

Sul titolo Welsh ha spiegato che all’inizio Trainspotting era un eufemismo dell’atto di drogarsi, che spesso viene fatto nei dintorni delle stazioni dei treni;

poi però si è evoluto in un altro significato: guardare ossessivamente i treni passare,

ovvero un hobby ossessivo che può essere capito solo da chi ne prende parte, e che risulterà incomprensibile a chi invece ne è fuori.

I primi venti minuti del film sono stati ridoppiati dagli attori per l’edizione internazionale, specialmente Americana, che non avrebbe capito un accento scozzese così stretto.

Il Volcano Bar, dove Renton conosce Diane, è un chiaro riferimento ad Arancia Meccanica: all’interno

 

 

richard-jewell-

Richard Jewell è il film di Clint Eastwood con la voce di Christian Iansante

Richard Jewell è il film diretto da Clint Eastwood basato sull’articolo di Vanity Fair “American Nightmare — The Ballad of Richard Jewell” di Marie Brenner.

Richard Jewell  vede nel cast: Paul Walter Hauser, Sam Rockwell, Kathy Bates, Olivia Wilde e Jon Hamm

Christian Iansante è la voce italiana di Sam Rockwell che nel film è  Watson Bryant

 

“C’è una bomba al Centennial Park. Avete solo trenta minuti di tempo”:

così  Richard Jewell, una guardia di sicurezza riferisce di aver trovato il dispositivo dell’attentato dinamitardo di Atlanta del 1996.

Il suo tempestivo intervento salva numerose vite, rendendolo un eroe.

Ma in pochi giorni, l’aspirante alle forze dell’ordine diventa il sospettato numero uno dell’FBI,

diffamato sia dalla stampa che dalla popolazione, assistendo al crollo della sua vita.

Rivoltosi all’avvocato indipendente e contro il sistema Watson Bryant, Jewell professa con fermezza la sua innocenza.

Ma Bryant scopre di doversi scontrare con i poteri combinati dell’FBI, del GBI e dell’APD per scagionare il suo cliente,

e tenta di impedire a Richard di fidarsi delle stesse persone che cercano di distruggerlo.

 

Produttori del film sono lo stesso Eastwood con Tim Moore, Jessica Meier, Kevin Misher, Leonardo DiCaprio, Jennifer Davisson e Jonah Hill.

In Richard Jewell il direttore della fotografia è Yves Bélanger, lo scenografo Kevin Ishioka, il montatore è il premio Oscar Joel Cox.

Nel filmato delle notizie di WSB Channel 2 c’è il vero Richard Jewell.

Le riprese della scena dell’attentato sono state effettuate nel 23esimo anniversario dell’attentato originale.

Paul Walter Hauser è ingrassato 11 chili per il ruolo.

“The Suspect” il libro di Kent Alexander fa parte del materiale da cui hanno tratto la sceneggiatura.

Kent Alexander era allora un avvocato statunitense del distretto settentrionale della Georgia.

Richard Jewell è morto il 29 agosto 2007, all’età di 44 anni per un grave malattia cardiaca e diabete.

Il film ha ricevuto una candidatura agli Oscar e una ai Golden Globes per la migliore attrice non protagonista a Kathy Bates.

La National Board of Review Awards ha inserito Richard Jewell nella lista dei Migliori dieci film dell’anno e scelto Kathy Bates come miglior attrice non protagonista e premiato Paul Walter Hauser per la miglior performance rivelazione.

Il film costato 45 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 44.

Come un tuono è il film con Ryan Gosling e Bradley Cooper doppiato da Iansante

Come un tuono è il film diretto da Derek Cianfrance.

Nel cast di Come un tuono ci sono: Ryan Gosling, Eva Mendes, Bradley Cooper, Dane DeHaan, Emory Cohen, Rose Byrne.

Il titolo originale è The Place Beyond the Pines.

Christian Iansante è la voce italiana di Bradley Cooper che nel film è Avery Cross.

Luke è un pilota di motociclette, impiegato in uno spettacolo ambulante.

Dovrebbe partire al seguito del carrozzone per una nuova meta, ma scopre di avere un figlio, Jason, nato da una breve relazione con Romina, una ragazza del posto.

Resta, dunque, nella provincia dello stato di New York, per provvedere alla sua nuova famiglia e impedire che suo figlio cresca senza un padre, come è accaduto a lui.

Le rapine in banche e le fughe in moto sono il metodo più veloce per procurarsi tanti soldi e in fretta, ma “chi corre come un fulmine, si schianta come un tuono”,

ed è così che la folle corsa di Luke si arresta davanti alla recluta di polizia Avery Cross, anch’egli padre da poco.

Quindici anni dopo, Jason e il figlio di Avery stringono amicizia al liceo, ma il passato che li lega riaffiora e la vecchia violenza chiama nuova violenza.

Le riprese, cominciate nel luglio 2011, e sono state lunghe, fino al gennaio del 2012, a causa di un lutto del regista.

Le riprese sono a : New York, tra Schenectady, Niskayuna e Scotia.

L’idea per Come un tuono  si ispira  da un’opera di Jack London.

I  produttori del film sono:  Alex Orlovsky, Lynette Howell e Jamie Patricof.

Il film è stato presentato in anteprima mondiale il 7 settembre 2012 al Toronto International Film Festival.

I diritti per la distribuzione statunitense sono stati acquistati dalla Focus Features.

Mary Elizabeth Winstead, Ginnifer Goodwin e Greta Gerwig erano le candidate per la parte di Jennifer;

Greta Gerwig, scelta come protagonista, ha declinato perché impegnata in altri progetti.

Il  ruolo è andato a Rose Byrne.

The Place Beyond the Pines, titolo orignale del fim, viene dal nome della città di Schenectady, nello stato di New York:

questo nome, nella lingua Mohawk, significa infatti “dietro le pianure di pini”.

A Schenectady hanno girato gran parte delle riprese.

Il regista Derek Cianfrance ha detto che non avrebbe mai girato il suo Come un tuono senza la presenza Bradley Cooper nel ruolo di Avery.

Il regista ha addirittura guidato per cinque ore fino a Toronto per incontrare di persona Cooper, e convincerlo a recitare nel film.

 

Incredibilmente Ryan Gosling ha dichiarato che le tutte le scene di rapina da lui girate per il film le ha realizzate in una singola ripresa.

 

 

 

 

 

 

rick and morty

Rick and Morty in arrivo la sesta stagione con Iansante voce italiana di Rick

Rick and Morty, la fortunata serie  animata statunitense trasmessa in Italia da Netflix, presenta il primo trailer della sua sesta stagione.

La serie è creata da Justin Roiland e Dan Harmon, per Adult Swim.

La voce italiana di Rick è quella di Christian Iansante.

La serie nasce dal corto intitolato The Real Animated Adventures of Doc and Mharti di Roiland parodia di Ritorno al futuro con alcune differenze: Doc diventa Rick e Mharti è nella serie Morty.

In origine questo corto era nato per altro ma poi Roiland fu chiamato a Harmon per lavorare per Adult Swim.

Il successo di Rick and Morty è mondiale e c’era molta attesa per questa nuova stagione di cui per ora ancora non si sa molto.

Come già avvenuto nelle stagioni precedenti forse saranno dieci puntate.

Quello che è certo è la data di messa in onda fissata per il 4 settembre Adult Swim;

per Netflix occorre aspettare, probabilmente, un paio di mesi ancora.

Il trailer, di un minuto e trenta,  arriva a qualche giorno dalla pubblicazione di un poster di Rick and Morty 6, e ci offre la possibilità di scoprire qualcosa in più sulla nuova stagione.

Sembra che rispetto alle stagioni scorse dove Rick viveva le sue avventure con Morty in questa sesta stagione la famiglia intera è più coinvolta nelle vicende

L’arrivo del trailer era stato annunciato nel corso dell’Adult Swim Festival, che si è tenuto nelle scorse settimane e durante il quale i fan si aspettavano l’arrivo di contenuti sulla celebre serie

Reduce dal non entusiastico andamento della quinta stagione, non molto apprezzata, il suo creatore parla per la sesta stagione di un ritorno alle origini.

Staremo a vedere quello che succederà nel matto mondo di Rick and Morty.